Fotecchio e Ray bombardano, Consultinvest battuta a Bologna. Caserta vince ad Avellino: corsa salvezza riaperta

di 

19 aprile 2015

GRANAROLO BOLOGNA – CONSULTINVEST PESARO 89-85

Granarolo Bologna: White 16, Cuccarolo 5, Gaddy 11, Imbrò 3, Fontecchio 10, Mazzola 18, Benetti 0, Hazell 7, Ray 19, Reddic 0. All. Valli

Consultinvest Pesaro: Ross 16, Myles 4, Basile 0, Musso 18, Raspino 2, Wright 14, Judge 8, Crow 0, Tortù 0, Lorant 23. All, Paolini

Arbitri: Begnis, Baldini, Attard

Parziali: 13-20, 23-17, 26-20, 27-28

Casalecchio di Reno (BO) – Non riesce la Consultinvest ad espugnare l’Unipol Arena, nonostante abbia disputato una buona partita, ma le triple di Fontecchio e Ray hanno determinato la vittoria per la Granarolo col punteggio di 89 a 85. La Vuelle ha avuto un buon Lorant (23 punti) e qualche sprazzo da Wright e Ross, ma le sono mancati i punti di Myles per sperare di conquistare una vittoria che sarebbe stata oro colato, invece la vittoria in volata di Caserta ad Avellino riapre completamente la corsa verso la salvezza, con la Pasta Reggia che sale a 11 punti contro i 14 di Pesaro: adesso la partita di domenica prossima contro Pistoia assume un valore fondamentale e servirà tutto l’appoggio del pubblico per coltivare ancora qualche speranza di evitare lo spareggio dell’ultima giornata.

Lorant

Lorant

Musso nel quintetto iniziale per Pesaro, mentre la Virtus prova a scombussolare i piani pre partita di coach Paolini inserendo i 221 cm di Cuccarolo per mettere in difficoltà Judge, il primo canestro del match arriva per merito di Lorant con una schiacciata su assist del capitano e la Vuelle continua a servire i suoi lunghi con Judge bravo a liberarsi sotto canestro per il 4 pari, la difesa pesarese recupera un paio di palloni e Lorant in contropiede segna il suo sesto punto che vale il 10 a 7 ospite, con l’ungherese che si erge a protagonista in questa fase iniziale del match, si vede anche Ross con un bel jump dai quattro metri per il 14 a 9 biancorosso, ma è sempre Lorant a vestire i panni del top scorer segnando in tap-in il suo 12esimo punto sui 20 totali della Consultinvest che vola sul più nove grazie alla terza palla recuperata da una difesa finalmente attenta sulle linee di passaggio, primi cambi in casa Vuelle con Basile e Myles sul parquet in un primo quarto che Pesaro ha interpretato nella maniera giusta, chiudendolo meritatamente avanti sul punteggio di 20 a 13.

Entra anche Raspino ad inizio del secondo quarto per una Consultinvest che prova a mantenersi avanti con le entrate di Myles, ma Bologna infila due triple consecutive portandosi a meno tre (19-22), prima di due canestri griffati Ross e Judge che riportano la Vuelle sul più sette (26-19 al 12’), da segnalare che in 12 minuti Pesaro non ha effettuato nessuna tripla e se non è un record poco ci manca, dimostrando che non sempre il bombardamento dai 6.75 è l’unica soluzione per segnare punti, Wally Judge commette il suo terzo fallo complicando maledettamente le cose in casa Vuelle, con Bologna che ne approfitta per riportarsi a meno due (32-30), prima della tripla di Lorant che si sblocca dopo un grande primo quarto, si vede anche Crow in un quintetto atipico messo in campo da coach Paolini in una Consultinvest che fatica a trovare la via del canestro permettendo ai padroni di casa di recuperare fino al meno uno (34-35), si resta senza segnare per un paio di minuti con diversi errori da ambo le parti e qualche fischio arbitrale che tarda ad arrivare, specialmente sotto il canestro bolognese dove gli attaccanti pesaresi non sembrano tutelati a dovere in un secondo quarto che Pesaro chiude in vantaggio per 37 a 36 grazie ad un’entrata di capitan Musso a fil di sirena.

Le statistiche di metà partita evidenziano le difficoltà pesaresi a rimbalzo (23-16 per Bologna) e la solita cattiva percentuale dai 6.75 con una sola tripla messa a segno su sette tentativi da una Consultinvest che non ha potuto contare finora sul migliore Wright fermo a soli due punti realizzati, bene Lorant con 15 punti e Musso con cinque assist distribuiti.

Si ricomincia con Ross a segnare in penetrazione, ma Gaddy pareggia a quota 39 e su un gioco da tre punti di Mazzola la Virtus si porta per la prima volta avanti di tre lunghezze, finalmente si sblocca Wright con la tripla del 44 pari, ma Bologna sembra in grado di prendere le redini del match dopo un primo tempo giocato leggermente sottotono dai giocatori di coach Valli, anche perché la Consultinvest non riesce più a servire i suoi lunghi come nei primi venti minuti e se non si alzeranno le percentuali dalla linea dei tre punti non sarà semplice rimanere attaccati alla partita (48-44 al 25’), ci vogliono due canestri di Lorant (19 punti) per riportarsi a meno uno, anche se Judge cade nella provocazione di Cuccarolo facendosi fischiare un fallo tecnico che è anche la quarta penalità per il lungo pesarese, capitan Musso infila la tripla del 51 a 49 ospite, replicando da otto metri con quella del 54 pari, con la panchina pesarese che si vede affibbiare un fallo tecnico abbastanza inspiegabile, Wright prova un paio di accelerazioni delle sue, ma sbaglia due liberi importanti per rimettere la testa avanti, lunetta nemica anche di Lorant che segna un solo libero per la nuova parità a quota 57, Ray infila un’altra tripla e il terzo quarto si chiude con la Granarolo avanti per 62 a 57.

L’inizio dell’ultimo periodo sarà fondamentale per sapere se la Consultinvest avrà la forza di non far scappare definitivamente una Granarolo che sembra in grado di piazzare il break da un momento all’altro e il gioco da tre punti trasformato da Allan Ray non è di buon auspicio, con l’americano che replica nell’azione successiva con la tripla del 68 a 57 che sa tanto di sentenza definitiva sulle sorti del match, coach Paolini chiama timeout sperando che nove minuti siano sufficienti per recuperare uno svantaggio in doppia cifra, ma ci vorrebbe l’intensità difensiva del primo tempo per coltivare qualche speranza, Wright e Judge riavvicinano la Vuelle fino al meno cinque (68-73 al 34’), ma Bologna è in serata dalla linea dei 6.75 e con Fontecchio e Gaddy infila due triple che fanno male, capitan Musso si procura tre liberi che il capitano tramuta in punti per il 73 a 76, ma è ancora Fontecchio a segnare una tripla spacca gambe e si entra negli ultimi tre minuti con i padroni di casa avanti per 79 a 73, Lorant e Judge commettono il loro quinto fallo e sembra il segnale definitivo di resa per una Consultinvest che a cento secondi dalla sirena si trova sotto di otto lunghezze (82-74), Ross prova a riaccendere le speranze con cinque punti consecutivi per il 79 a 82, ma è ancora Fontecchio a bucare la retina con la tripla del 85 a 79, imitato da capitan Musso che dall’angolo segna la tripla del 85 a 82, Pesaro deve ricorrere al fallo tattico, ma la mano di Ray non trema e dalla lunetta realizza i liberi della vittoria per Bologna col punteggio finale di 89 a 85.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>