Loreto Casa Arredo Studio.it, chiusura ottima a Civitanova

di 

20 aprile 2015

Loreto-Pisaurum (foto Danilo "Cami" Billi)PESARO – Chiude bene il proprio campionato il Loreto Casa Arredo Studio.it che passa con autorità a Civitanova Marche e scavalca nella classifica finale gli avversari. Partita molto equilibrata e risolta solo nell’ultimo quarto, dove i ragazzi di Surico piazzano un 6-24 devastante per il 58-69 finale.

Ancora sugli scudi Denis Jovanovic,oggi orfano del gemello Boris impegnato al lavoro, L’ormai solito Savelli, Beltramini,Corsini e tutti gli altri che coach Surico ha impiegato. Cosa dire del campionato del Loreto: solo note positive per una squadra che ha giocato l’intera stagione senza un lungo di ruolo, dove l’eterno Bigio Calcagnini ha fatto pentole e coperchi e dove Provvidenza, Savelli e Corsini hanno snaturato i loro ruoli per rendere meno drastica la differenza sotto canestro.

Benissimo Denis Jovanovic(al suo primo campionato nazionale), capace di arrivare terzo nei marcatori,altrettanto abile ad essere costante e redditizio per tutta la stagione. Ottimo anche Luca Savelli, un under del 1995 che è stato capaace di crescere smisuratamente, al punto da diventare insostituibile e fondamentale per Surico e Mancini. Benissimo anche Chiericozzi,altro 95, che col passare delle gare ha acquistato minuti, sicurezza e fiducia. Positivo Boris Jovanovic, Bene anche l’ultimo arrivato Matteo Bomba, autore di prestazioni notevoli ed estremamente dotato sia fisicamente che tecnicamente. Discreto anche Beltramini, che se non avesse avuto un lunghissimo infortunio sarebbe stato anche lui molto più determinante per la causa.Un paluso a Bigio Calcagnini, un esempio di rarissima longevità,serietà ed abnegazione e uomo insostituibile. Un ringraziamento a Luca Fattori, ritorno importantissimo e col doppio ruolo di dirigente giocatore, A Niccolò Bacchini, giocatore del 95 che ha sposato con serietà e modestia la causa gialloblù, esempio di grande professionalità e di impegno, nonostante i pochi minuti giocati in campionato, ragazzi così servono e serviranno sempre. La società intende comunque accomunare tutti i giocatori in un abbraccio a ringraziamento dell’attaccamento ad una maglia e ad una società che tra qualche mese festeggerà il mezzo secolo di vita.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>