“Incendio alla Cavaturaccioli”: debutta il nuovo spettacolo della Compagnia “Volo libero” del centro socio-educativo-riabilitativo “Margherita”

di 

22 aprile 2015

MACERATA FETRIA – “Incendio alla Cavaturaccioli” al teatro Battelli, venerdì 24 aprile, alle ore 21. La Comunità del Montefeltro condivide ancora una volta il lavoro artistico degli allievi del Centro Socio Educativo Riabilitativo “Margherita” di Casinina di Auditore.

Promosso dalla Cooperativa Sociale Labirinto di Pesaro e dal Teatro Aenigma di Urbino va in scena nel Teatro Battelli di Macerata Feltria, lo spettacolo “Incendio alla Cavaturaccioli”, della Compagnia “Volo Libero” del Centro Socio Educativo Riabilitativo “Margherita” di Casinina di Auditore.

Lo spettacolo è liberamente ispirato a “Il piombo e l’orologio” di Michele Gianni (Edizioni Nuove Catarsi), romanzo ambientato ai giorni nostri nella Provincia di Pesaro e Urbino e dedicato al mistero della scomparsa delle ultime copie dell’Horologium, un libro in caratteri arabi, che potrebbe essere stato stampato a Fano nel 1514.

Il lavoro teatrale, in modo fantasioso, si concentra solo su una parte del molteplice romanzo, molto apprezzato nel corso delle diverse presentazioni a livello nazionale. L’attenzione della Compagnia “Volo libero” si è concentrata, in modo autobiografico, sulla vita quotidiana all’interno della “scalcinata” cooperativa sociale “Il Cavaturaccioli”, presieduta dal protagonista Marcello, e all’interno della quale lavorano una serie di persone, rappresentative di una “straordinaria umanità”.

Nella rappresentazione, inoltre, si manifesta anche la significativa esperienza di interazione avvenuta, all’interno del progetto, tra gli allievi del CSER “Margherita” e gli allievi della Classe III A dell’ Istituto Comprensivo “Raffaello Sanzio” di Mercatino Conca. I partecipanti, con i loro rispettivi educatori e docenti, hanno avuto la possibilità di analizzare e riflettere intorno all’opera “Il miracolo dell’Ostia profanata”, dipinto commissionato nel XV secolo al pittore Paolo Uccello dalla Confraternita del Corpus Domini di Urbino.

Il romanzo di Michele Gianni, nel quale la storia narrata in sei tavole da Paolo Uccello viene definita come “un bel pogrom con massacro finale, narrata con un tratto un po’ naif “ ha stimolato a riflettere sull’odio e sull’intolleranza nei confronti di chi è diverso.

Il Centro Socio Educativo Riabilitativo “Margherita”, nato dalla necessità di dare risposte alle numerose esigenze di persone con disabilità che escono dall’obbligo scolastico e formativo nel territorio della Comunità Montana del Montefeltro, prevede per i suoi allievi possibilità di integrazione lavorativa e percorsi educativi individualizzati. Tra le varie attività formative, quella del Teatro (attraverso un laboratorio di ricerca espressiva attivato nel 1997) è finalizzata allo sviluppo del potenziale creativo dei partecipanti. Il teatro come mezzo per stimolare una ricerca di espressione e comunicazione, nonché di potenziamento dell’autostima e del desiderio di cooperare in gruppo valorizzando le diverse abilità ed intelligenze creative.

In scena: Simone Balducci, Stefania Battazza, Giulia Battazzi, Paolo Busetto, Serena Canini, Annalisa De Marco, Gaia Fabbri, Enrico Galeazzi, Carlo Alberto Gostoli, Costanza Gozza, Luigi Lazzarini, Silvia Mancini, Romina Mascioli, Claudia Mercatelli, Vito Minoia, Alessandro Pagnetti, Sara Pazzaglia, Luigi Ponzo, Sonia Ribuoli, Simone Rossi, Paola Sabbatini, Massimo Santini, Silvia Silvi Marchini, Emanuela Skozay, Valentina Stefanini, Melania Valentini.

L’iniziativa, con ingresso libero, è patrocinata dal Comune di Macerata Feltria e dall’Ambito Territoriale Sociale n° 5.

Per informazioni
TEATRO AENIGMA Associazione culturale
Tel. 339 1333907 – e.mail aenigma@uniurb.it
LABIRINTO Cooperativa Sociale – Centro Socio Educativo Diurno “Margherita”
Tel. 0722 362571 – e.mail scuola.margherita@labirinto.coop

Questo slideshow richiede JavaScript.

, primo studio scenico, CSER “Margherita”, Casinina di Auditore, 5 dicembre 2014. Foto di Vito Minoia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>