A Pesaro per la Festa della Liberazione “Rossini In Sorsi raddoppia”

di 

23 aprile 2015

Rossini InSorsi 25 aprilePESARO – Per l’Anniversario della Liberazione, la rassegna dedicata a Rossini coinvolge anche il sabato di festa accanto alla domenica e propone musica e parole in luoghi diversi del centro. In programma anche qualcosa di mai sentito: un concerto per strumenti e trombe d’auto d’epoca in piazzale Lazzarini in occasione del quarto “Raid dell’Adriatico”

Il fine settimana che ci aspetta è un fine settimana speciale. E allora “Rossini in Sorsi” coinvolge anche il sabato di festa, con un programma decisamente originale. Si parte sabato 25 aprile alle 16.30 nella sala della Repubblica del teatro Rossini con un concerto di sassofoni, su musiche rossiniane naturalmente, dei “Rossini street friends”, ensemble che aveva già fatto tappa a Pesaro con successo per “Sette passi sulla neve”. Subito dopo, ci si sposta all’aperto in piazzale Lazzarini per una performance insolita pensata appositamente per la quarta edizione del “Raid dell’Adriatico”, raduno culturale turistico per auto d’epoca promosso dall’Autoclub Storico Pesaro “Dorino Serafini”. Il Maestro Marco Mencoboni dirigerà – sospeso dall’alto – una sonata a 8 su musiche di Giovanni Gabrieli, uno dei più grandi maestri di cappella della chiesa di San Marco a Venezia: quattro dei musicisti saranno disposti su un balcone della piazza, gli altri quattro sul cassone di un camioncino storico. Il risultato sarà un concerto a doppio coro per strumenti e trombe d’auto d’epoca.

Domenica 26 aprile alle ore 17 torna World Organ Day la manifestazione internazionale che si pone come obiettivo la conoscenza di uno strumento straordinario come l’organo. In programma alle 17, un concerto di Liuwe Tamminga nella preziosa chiesa del Nome di Dio. Alle 18.30 alla libreria Il Catalogo, lettura in musica di “Oggi”, testo poetico scritto per frammenti e per sms da Tamar Hayduke, giovane giornalista siriana che ha scelto di vivere, per ora, a Pesaro.

I musei aperti

Il weekend della Liberazione offre anche i luoghi della cultura aperti: sabato 25 e domenica 26 aprile si visitano i Musei Civici di Palazzo Mosca e Casa Rossini (10 -13, 15.30 – 18.30 info 0721 387541)), il Museo della Marineria Washington Patrignani (16 – 19 info 0721 35588), il Museo Diocesano (16-19 info 0721 371219). Solo per la giornata di domenica 26 aprile è possibile partecipare all’Itinerario nella Pesaro Rinascimentale che comprende la chiesa di Sant’Ubaldo e Palazzo Ducale: prenotazione obbligatoria, info 338 2629372).

Calendario eventi

Sabato 25 aprile ore 16.3o

Teatro Rossini/ Sala della Repubblica
Rossini in Sorsi musiche di Gioachino Rossini (1792–1868)
“Rossini street friends” settimino di sassofoni

– – – – – – – –

a seguire, piazza Lazzarini

nell’ambito di ‘Raid dell’Adriatico’ quarto raduno turistico culturale per auto d’epoca promosso dall’Autoclub Storico Pesaro ‘Dorino Serafini’

Concerto a doppio coro per strumenti e trombe d’auto d’epoca
musiche di Giovanni Gabrieli (1557–1612)
‘Rossini street friends’ – Marco Mencoboni direttore

Domenica 26 aprile

ore 17.00 chiesa del Nome di Dio

World Organ Day V edizione / Concerto per Organo Liuwe Tamminga all’Organo Antonio Pace (1631)

musiche di Dowland, Frescobaldi, Anonimo neerlandese, Pasquini, Bargnani,

Pieterszoon Sweelinek, Ferrini, Anonimo italiano, Bach

ore 18.3o libreria Il Catalogo

Oggi Lettura in musica di Tamar Hayduke

OGGI è un testo poetico scritto per frammenti e per sms. I destinatari sono amici, uno poi due e poi nessuno. È scritto nell’arco di più di un anno, solitamente in luoghi e mezzi pubblici a Roma, in altre città e su internet. La parola OGGI nel testo integrale ritorna 279 volte, comparabile al numero dei giorni di una gravidanza; l’ho adottato per interrompere un discorso che avrebbe potuto continuare ancora a lungo. OGGI racconta del diluvio. Parla del presente. È pubblicato da Numero Cromatico Editore, Roma 2015.

Tamar Hayduke: Sono nata ad Aleppo in Siria, ma sono anche armena, perché le radici della mia casa si trovano nell’antica Armenia. Quando era ora, ho cominciato a ragionare “in” tre alfabeti diversi, solo due dai quali avanzano da sinistra verso destra. Dopo le superiori ho volato e mi sono laureata all’Università Statale di Yerevan. Ho studiato giornalismo, per equipaggiarmi e captare ciò che non è invisibile e per formulare meglio le domande. In seguito, ho fatto un Master in Orientalismo e ho intrapreso un percorso di canto. Mi sono trasferita in Italia nel 2008. Da allora vivo anche in italiano. Sono iscritta all’Albo dei Giornalisti dal 2014. Abito a Pesaro dove c’è Rossini, tante librerie, tanti negozi di intimo, amici, biciclette, colline e mare. Mi chiamo Tamar. L’accento va sulla seconda sillaba.

“Rossini in Sorsi” è promosso da: Comune di Pesaro/Assessorati alla Bellezza e alla Vivacità, E lucevan le stelle Music, Amat, Skenè, Sistema Museo.

 info www.pesarocultura.it, fb ‘PESARO CULTURA’, ‘Rossini in Sorsi’.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>