Il 25 Aprile in provincia, le celebrazioni della Festa della Liberazione

di 

24 aprile 2015

Liberazione: partigiani sfilano per le strade

Liberazione: partigiani sfilano per le strade

PESARO – Ecco come la nostra provincia celebra il 25 aprile, festa della Liberazione.

Pesaro e Cagli

Sabato 25 aprile si festeggerà l’anniversario della Liberazione. Previste numerose iniziative durante tutto l’arco della giornata a Pesaro.

Ecco il programma:

Ore 9.30 – S. Messa in memoria dei caduti per la libertà
in Cattedrale
Ore 10.30 – Deposizione di corone al Sacrario di piazzale
Collenuccio
Ore 10.45 – Deposizione di corone alla Cappella Votiva di
S. Ubaldo – Servizio d’Onore dei Pueri Cantores della Cappella
Ore 11 – Corteo verso il monumento alla Resistenza

Ore 11.15 – Monumento alla Resistenza (piazza Falcone e
Borsellino):
– deposizione corone
– saluto di un rappresentante delle Associazioni
Combattentistiche e d’Arma
– discorso del sindaco di Pesaro, Matteo Ricci

Le cerimonie saranno accompagnate dalla banda di Candelara.

Presterà Servizio d’Onore un picchetto dell’Esercito italiano

CAGLI, I canti dell’amor perduto
Il 24 aprile alle ore 21.30 presso il teatro comunale di Cagli andrà in scena lo spettacolo I canti dell’amor perduto:
“Ogni canto è insieme memoria e sentimento. Memoria individuale e memoria collettiva”

In collaborazione con l’Anpi, lo spettacolo si articola in diversi linguaggi – musica, prosa, poesia, video, danza e sand art.
Il cuore del racconto è la resistenza. A partire da quella storica – evocata attraverso la figura di Walkiria Terradura, partigiana operativa proprio sul territorio fra Cagli e Gubbio, riportata dal video di Gianfranco Boiani – fino ad arrivare alla resistenza intesa in un senso più ampio ed attuale: il recupero della relazione con il territorio, della memoria come approccio attivo, la valorizzazione del femminile, dell’immaginale e del pensiero critico.
Lo spettacolo ospiterà anche una voce d’eccezione come quella di Gastone Pietrucci accompagnato da Marco Gigli, testimoni storici della tradizione popolare marchigiana con il gruppo “La Macina”.
Gianfranco Boiani immagini video
Frida Neri voce
Loris Ferri versi e prosa
Antonio Nasone chitarra
Ilaria Mignoni violino
Sara Paterniani danza
Massimo Ottoni sand art
e con la partecipazione straordinaria di
Gastone Pietrucci e Marco Gigli
de “La Macina”

progetto grafico Mauro Santini

ingresso ad offerta

25 aprile a FanoFano

Alla cerimonia del 70° anniversario ci saranno in particolare il sindaco Massimo Seri e l’assessore alla Memoria, Samuele Mascarin. Durante la consueta celebrazione ci sarà anche l’inaugurazione del nuovo monumento, collocata ai giradini “Biancheria Morelli” donato alla città dall’Anpi (come riportato nel manifesto).

Urbino

La città di Urbino si appresta a celebrare il 25 aprile, 70° anniversario della Liberazione.

Questo è il dettaglio del programma:

Sabato 25 aprile, coloro che intendono onorare l’anniversario della Liberazione si raduneranno alle ore 10 davanti la Sede del Municipio. Seguirà la formazione del Corteo e la deposizione delle corone in onore dei caduti. Il corteo sarà accompagnato dall’Orchestra di Strumenti a Fiato di Urbino.

Alle ore 11, in Piazza della Repubblica, ci sarà un intervento del Sindaco e dei rappresentanti dell’ANPI.

Chiuderà la mattinata un concerto dell’Orchestra di Strumenti a Fiato di Urbino nel cortile del Collegio Raffaello (in caso di maltempo il concerto si terrà nel Teatro Sanzio).

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Gabicce e Gradara

Le Amministrazioni Comunali di Gabicce Mare e Gradara invitano a partecipare alle cerimonie del 70 Anniversario della Liberazione

GIOVEDI’ 23 APRILE ALLE ORE 10,00
a Gradara

Ore 9,45 Deposizione della corona al Monumento alla Memoria, Piazzale Paolo e Francesca
Ore 10,00 Presso il Cimitero di guerra del Commonwealth:
saluto delle autorità
benedizione
interventi degli alunni dell’Istituto Scolastico Comprensivo di Gabicce-Gradara
Percorso della memoria, visita guidata al cimitero di guerra in collaborazione con ANPI

SABATO 25 APRILE ALLE ORE 16,30
a Gabicce Mare

Ore 16,30 Ritrovo degli intervenuti presso la Sede Municipale

Ore 17,00 Deposizione delle corone d’alloro:
al Cippo dedicato al Carabiniere “Fulvio Sbarretti”
al Monumento delle Genti di Mare in viale della Vittoria
al Monumento ai Caduti in Via XXV Aprile
Saluto del Sindaco e discorsi ufficiali dei rappresentanti dell’ANPI provinciale

Ore 18.00 Gabicce Monte – Deposizione della corona di alloro al Monumento ai Caduti della I^ Guerra Mondiale e
inaugurazione della Mostra “Memori di questo passato per la libertà e la pace” di Umberto Palmetti
Ore 18,30 Concerto della Corpo Bandistico “Città di Gradara”.

Pian del Bruscolo

In occasione del settantesimo Anniversario della liberazione d’Italia, per la prima volta dalla costituzione dell’Unione dei Comuni Pian del Bruscolo, realtà importante di oltre 31.000 abitanti, la Giunta Esecutiva ha stabilito di ricordare e festeggiare la storica ricorrenza del 25 Aprile in maniera unitaria in memoria dei numerosi caduti di guerra rinnovando un messaggio di pace.

Alla cerimonia, che si svolgerà la mattinata del giorno 25 aprile 2015 nel territorio dell’Unione dei Comuni Pian del Bruscolo, presso il monumentale Cimitero dei Caduti Alleati di Montecchio di Vallefoglia e Montelabbate, saranno presenti afferma il Presidente dell’Unione dei Comuni Sen. Palmiro Ucchielli, i rappresentanti delle Autorità politiche, religiose e militari locali e l’Ufficiale di scambio britannico presso lo Stato Maggiore della Difesa Italiano, Ten. Col. Mike Edwards Ufficiale della Royal Air Forse, in quanto nello stesso riposano ben 582 caduti alleati, per lo più canadesi e inglesi.

L’incontro è previsto presso l’Hotel Blu Arena alle ore 09.00 per proseguire con un percorso a piedi fino al Cimitero dei Caduti Alleati, in cui si svolgerà alla presenza di autorità politiche locali, nazionali, internazionali, religiose e militari, il picchetto d’onore a cura del 28^ Reggimento di “Pavia” e la deposizione della corona di alloro.

La cerimonia continua presso la sala “Rossini” dell’Hotel Blu Arena assieme all’intervento dei ragazzi delle Scuole del territorio e del Prof. Giampaolo Moretti dell’Istituto di Storia Contemporanea della Provincia di Pesaro e Urbino, nonché con l’esecuzione di alcuni brani scelti da parte del coro “I Cantori della Città Futura”.

Durante la cerimonia i Corpi Bandistici “G. Santi” di Colbordolo e “G. Rossini” di Montelabbate, eseguiranno brani scelti.

Si invitano tutti coloro che volessero partecipare per ricordare e festeggiare insieme ai tre Paesi coinvolti una ricorrenza così importante dal punto di vista storico, culturale e istituzionale per la costruzione insieme di un mondo in cui non ci siano mai più le guerre.

San Costanzo

Per celebrare il 70esimo anniversario dalla Liberazione d’Italia, martedì 28 aprile alle ore 21.00, la Biblioteca Comunale di San Costanzo ospiterà una serata davvero speciale, organizzata in collaborazione con l’ANPI Sezione Valcesano: la proiezione del docufilm “Walkiria, una guerrigliera sull’Appennino” del regista Gianfranco Boiani dedicato a Walkiria Terradura Vagnarelli, affascinante figura di donna partigiana, tra le più significative della lotta di liberazione combattuta sull’Appennino Umbro-Marchigiano, tanto da divenire un vero e proprio mito per il suo coraggio, la sua intelligenza e la sua bellezza. Il film documentario racconta, attraverso le parole della protagonista e delle persone che l’hanno conosciuta più da vicino, le vicende più significative dell’avventurosa vita di Walkiria. Saranno presenti in sala il regista Gianfranco Boiani e l’autore della ricerca storica Giorgio Bianconi.

A chiudere la serata, organizzata da Comune di San Costanzo – Assessorato alla Cultura e Sistema Bibliotecario CoMeta, sarà “L’Attimo di Vento” del giovane, pluripremiato regista sancostanzese Nicola Sorcinelli. Al centro del primo cortometraggio italiano di genere musical-storico (vincitore, tra gli altri, del Los Angeles Movie Award) il destino di una giovane donna e del suo amato, segnato dall’ostilità del mondo che li separa, sullo sfondo della Seconda Guerra Mondiale.

Una serata importante, aperta a tutti, per celebrare un giorno fondamentale per la storia d’Italia: l’anniversario della Resistenza e la fine dell’occupazione nazifascista nel nostro paese.

Filippo Sorcinelli
Vice Sindaco e Assessore alla Cultura

Montemaggiore al Metauro

Montemaggiore al Metauro si appresta a celebrare il 25 Aprile, 70° anniversario della Liberazione d’Italia dall’occupazione nazifascista. Il programma ufficiale della giornata prevede alle ore 9.00 la partenza del corteo dal Palazzo Municipale al Monumento ai caduti. A seguire, il saluto del Sindaco di Montemaggiore al Metauro, Alesi Alberto, la benedizione da parte del Parroco e la deposizione della corona d’alloro.

Per l’occasione sarà aperto il Museo Storico del Fiume Metauro “Winston Churchill”, ospitato presso l’ex chiesa di Santa Maria del Soccorso, con proiezione di documenti video originali riguardanti la Seconda Guerra Mondiale. In contemporanea il museo offrirà visite guidate gratuite, per approfondire la storia e la conoscenza degli oggetti esposti.

Il Museo Storico del Fiume Metauro “Winston Churchill”, sulla via principale del paese, raccoglie fotografie, testimonianze scritte, diari, documenti ufficiali, armi e modellini bellici, munizioni, divise, spille e fonti storiche risalenti alla Seconda Guerra Mondiale. In particolare le foto scattate la mattina del 25 agosto 1944, quando Winston Churchill salì a Montemaggiore per osservare le truppe schierate nella Valle del Metauro pronte all’offensiva sulla Linea Gotica. Tale punto di osservazione privilegiato (Belvedere Churchill) è raggiungibile a piedi in pochi minuti e da lì è possibile ammirare tutta la valle del Metauro fino al mare ed osservare il panorama di ieri con gli occhi di oggi.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Info: Comune di Montemaggiore al Metauro tel. 0721.895312 – 0721.895036

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>