Minardi (PD): “Garbatini? Farebbe meglio a chiedere le dimissioni a Carloni. E sulla mozione urgente ci sono le registrazioni in Consiglio…”

di 

24 aprile 2015

FANO – “Credo che il consigliere comunale Aramis Garbatini dovrebbe rivolgere altrove le sue richieste di dimissioni. In particolare dovrebbe chiederle al suo rappresentante, il consigliere regionale, Mirco Carloni, che pur di avere visibilità si è schierato con Spacca dopo avergli fatto opposizione nei cinque anni appena trascorsi in Consiglio Regionale”.

Sono parole del Presidente del Consiglio comunale di Fano, Renato Caludio Minardi che replica al consigliere comunale di “Progetto Fano” Aramis Garbatini.

Minardi, presidente del Consiglio del Comune di Fano

Minardi, presidente del Consiglio del Comune di Fano

Per quanto concerne la mozione a cui Garbatini fa riferimento – prosegue Minardi – ricordo che è stata discussa il 30 ottobre e successivamente ritirata dallo stesso consigliere con l’intento di presentare un nuovo documento congiunto con la maggioranza.

Nel prendere questa decisione – spiega il Presidente del Consiglio comunale fanese – ci siamo accordati proprio in Consiglio (ci sono le registrazioni) sul fatto che la mozione sarebbe tornata nella pubblica assise solo per la votazione ma senza ripetere la discussione.

Il consigliere Garbatini definisce la mozione urgente, in realtà dal suo ritiro, il nuovo testo è stato protocollato a distanza di 50 giorni (19 dicembre). Mi chiedo: era così urgente?

Ricordo, inoltre, al consigliere Garbatini, che non il Presidente ma l’Ufficio di Presidenza, iscrive le mozioni all’ordine del giorno a secondo della data cronologica di arrivo: questo è il solo criterio a cui ci si attiene.

Nonostante la mia candidatura alle prossime regionali – conclude Minardi – continuo a svolgere il mio ruolo di Presidente e di garante di tutti. I consiglieri partecipando ad ogni seduta del Consiglio. Capisco che Garbatini sia stato politicamente “sollecitato” a fare pubblicità al suo candidato, ma sul rispetto delle regole, personalmente, non transigo”.

FANESI (PD): “Piccole polemiche e schermaglie che poco servono a questa città ma a cui doveroso rispondere pubblicamente”

“IIl documento sull’urbanistica approvato ieri 23 aprile 2015 da Consiglio Comunale di Fano     è il documento della maggioranza di centrosinistra e parte da una critica molto severe alle scelte urbanistiche fatte dalla precedente amministrazione comunale sostenuta fino alla fine da molti compagni di partito del consigliere Garbatini.

La maggioranza, anche su invito del Sindaco, ha cercato di predisporre un documento il più largamente condiviso su questo tema e abbiamo inserito nel nostro documento (firmato oltre che dal sottoscritto in qualità di capogruppo PD anche da Riccardo Severi e Mattia De Benedictis) alcuni suggerimenti fatti dall’opposizione.

Dire che il documento rappresenta il programma elettorale di uno dei candidati sindaci del centrodestra oltre che non credibile rappresenta una sciocchezza.

Qualsiasi tipo di collaborazione tra maggioranza ed opposizione è sempre apprezzata ma piegare i fatti del consiglio comunale per poter ‘gridar vittoria’ l’indomani sottolinea debolezza politica oltre che di idee.

Infine posso precisare che quanto fatto dal Presidente del Consiglio Comunale Minardi corrisponde esattamente a quanto dichiarato in precedenza in consiglio: queste sono piccole polemiche e schermaglie che poco servono a questa città ma a cui doveroso rispondere pubblicamente.

Al capogruppo di “progetto Fano”  – conclude Fanesi – occorre ricordare che oltre all’approvazione delle linee programmatiche delle Giunta comunale l’Amministrazione a breve inizierà la revisione del Piano Regolatore Generale con buona pace di chi è stato artefice di un piano sovradimensionato ed inutile che ha lasciato solo scheletri e interventi incompiuti in questa città”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>