Promesse sull’ospedale di Fossombrone, Antonio Baldelli: “Ceriscioli e Traversini senza pudore”

di 

24 aprile 2015

FOSSOMBRONE – A commento della recente presa di posizione sull’ospedale di Fossombrone a firma Ceriscioli e Traversini, interviene il consigliere Antonio Baldelli, candidato alle prossime regionali per Fratelli d’Italia.

“Sull’importante tema della sanità, il PD torna a ingannare i cittadini di Fossombrone e di tutto l’entroterra. Traversini e Ceriscioli, come il gatto e la volpe, pur di raccattare qualche voto hanno la faccia tosta di affermare: “No alla politica sanitaria di Spacca”.

Ma credete davvero che i cittadini siano così sciocchi? Pensate che non si ricordino che l’assessorato regionale alla sanità ha avuto, da sempre, un marchio preciso? Quello del PD!

A rilasciare dichiarazioni sull’ospedale di Fossombrone sono poi due personaggi che, nelle sedi istituzionali, hanno sempre votato per la chiusura del nosocomio forsempronese. Uno è infatti il candidato alla presidenza della regione Ceriscioli, ex sindaco di Pesaro, da sempre fautore dell’ospedale unico, ossia d’una struttura che mai si realizzerà ma la cui presenza nella programmazione sanitaria regionale sta conducendo alla progressiva spoliazione e infine chiusura di tutti gli ospedali della Provincia, Urbino e Pergola compresi.

E se qualcuno si fosse dimenticato, rammento che Ceriscioli, nella conferenza dei sindaci del 30 luglio 2012, ha votato per la conferma del “Piano di Area vasta n. 1 geograficamente intesa”, ossia del piano che ha decretato la chiusura dell’Ospedale di Fossombrone! Piano contro cui hanno invece votato i sindaci di Pergola, Auditore, Cagli, Cartoceto, Fano, Fermignano, Mercatello, Mombaroccio, Petriano e Piobbico.

L’altro è invece il già consigliere regionale Traversini che, assieme al suo partito, ha scritto e votato il piano sanitario che ha chiuso l’ospedale di Fossombrone! Una propria e vera presa in giro è infine la promessa fatta dai due piddini di mantenimento dell’ospedale di Fossombrone. L’ospedale a Fossombrone non c’è già più e i servizi che loro promettono di mantenere a Fossombrone (hospice, riabilitazione, ecc.) non sono servizi ospedalieri, bensì quelli di un cronicario!

Cari Ceriscioli e Traversini voi rappresentate la peggiore politica, quella che antepone gli interessi del partito ai bisogni della comunità!”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>