Terremoto in Nepal, i due alpinisti fanesi stanno bene

di 

26 aprile 2015

La Farnesina ha comunicato che i 300 italiani regolarmente presenti in Nepal e fino ad ora rintracciati starebbero tutti bene nonostante la nuova scossa di terremoto di 6,7 gradi che ha ricolpito India e Nepal questa mattina. Ricordiamo che la prima scossa, sabato, di magnitudo 7,9, aveva causato più di duemila morti e oltre 5000 feriti.  La nuova scossa ha prodotto un’ennesima valanga sull’Everest.  Stanno bene soprattutto i due alpinisti di Fano, Pietro Marcucci e Luca Cantiani, che si trovano in questo momento ai piedi dell’Everest. Erano arrivati in Nepal lo scorso 16 aprile per ripartire, secondo i piani, il prossimo 10 maggio. Da quanto appreso, come reso noto dall’Ansa  starebbero preparandosi per il rientro in Italia. Salvi per miracolo l’avvocato anconetano Francesco Tardella, specializzato in diritto fallimentare ed ex presidente del Rotary Ancona-Conero, e due turiste senigalliesi, Claudia Greganti, 38 anni, e Tiziana Cimarelli, di 58. I tre – come riportato dall’Ansa – si trovavano a bordo di una jeep con l’autista e una guida turistica quando, all’improvviso, sono stati travolti da una frana. A parte lo choc e qualche escoriazione, stanno tutti bene.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>