Noi Giovani in difesa del patrimonio cittadino: “Abitazine privata vicino mura Augustee: serve un vincolo archeologico”

di 

28 aprile 2015

FANO – “In una città con una spiccata vocazione turistica e un’importante tradizione storica, un elemento costitutivo della sua identità urbana e culturale come le mura romane è da tempo oggetto di disinteresse e incuria a tal punto che sono tacitamente tollerati atti deturpanti di varia natura, come ad esempio graffiti e iniziative urbanistiche arrischiate e poco rispettose delle esigenze di conservazione del gusto estetico e del patrimonio artistico della città”. Interviene così Edoardo Carboni, Segretario Noi Giovani.

Edoardo Carboni

Edoardo Carboni

“Un esempio significativo è la recente costruzione di un’abitazione privata a pochi passi dalle Mura Augustee, dietro la porta della Mandria, che si configura come un’interruzione della continuità della passeggiata, un tratto del profilo urbanistico che, per la sua valenza storica, andrebbe più che mai valorizzato – continua il comunicato – A dispetto dell’indifferenza di molti, Noi Giovani intendiamo sollevare il problema e intervenire in maniera incisiva sollecitando un intervento accurato dell’Amministrazione e della Sovrintendenza per apporre un vincolo ‘archeologico’ esteso anche alle zone contigue alle Mura, non limitando il provvedimento alla sola area antistante e scongiurando, così, la possibilità che si ripetano episodi di prepotenza architettonica. La proposta s’inserisce, inoltre, in un programma più ampio che si prefigge di restituire centralità alla questione della tutela delle nostre peculiarità storiche e culturali e, così, difendere la bellezza della nostra anatomia urbana dalla trascuratezza e dalla minaccia della sopraffazione edile”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>