Vis, dopo il danno la beffa: 2.500 euro di multa per fumogeni lanciati in campo e sputi e bottigliette contro un assistente. Il club ai colpevoli: “Andate al cinema, i soldi ve li diamo noi”

di 

28 aprile 2015

Tifosi Vis a FanoPESARO – Che per la Vis quello di domenica a Fano sia stato un derby funesto è facilmente intuibile. Al di là del ko rimediato dai cugini dell’Alma, con la gemma del granata Sivilla che ha messo a serio rischio anche la “semplice” entrata nei playout, è arrivata pure la mannaia del giudice sportivo, che ha comminato alla società pesarese 2.500 euro di multa e la diffida.

Il motivo? Presto detto. Per via di 6 fumogeni lanciati in campo dai tifosi biancorossi e per le espressioni minacciose e offensive rivolte a uno dei due guardalinee, che sarebbe stato colpito anche da sputi, bottigliette d’acqua e accendini. Stessa sanzione per il Giulianova, ammenda di 1.000 euro al Termoli.

Per ciò che concerne i calciatori, una giornata di squalifica a Di Lullo e Maresca (Agnonese), Petrone (Amiternina), Dragone (Campobasso), Carboni (Castelfidardo), Perfetti (Chieti), Ficola (Civitanovese), Lo Russo (Fano), Cusaro e Stranieri (Fermana), Croce (Maceratese), Cesselon e Moretti (Matelica), Cremona (Termoli), De Iulis e Dominici (Vis Pesaro).

Tra gli allenatori, tre giornate di stop a Ronci (Chieti), un turno a Trillini (Agnonese) e Alessandrini (Fano).

LA RISPOSTA DELLA VIS

La risposta della società Vis Pesaro è un misto di ironia e rabbia:

“La Vis Pesaro offre sette euro per andare al cinema domenica prossima, anziché allo stadio “Benelli”, a quei pseudo tifosi che avranno il “coraggio” di autodenunciarsi per la multa (6 fumogeni, lanci di oggetti al guardialinee) comminata dal Giudice Sportivo di 2.500 euro (!) a carico delle già esigue casse della nostra società.
Sarà difficile, infatti, coprirla con l’incasso di domenica prossima, ma che almeno abbiano la dignità di non venire per risarcirci con un euro.
Cercheremo fino all’ultimo di salvarci nonostante questo tipo d’aiuti, ma vi lasciamo anche immaginare l’aggravio disciplinare nell’eventualità di un ripescaggio.
Grazie a tutti gli altri tifosi, che sono fortunatamente la stragrande maggioranza ed impareggiabili nel loro amore per questi colori”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>