Pesaro è la capitale della bici. Lo dice Legambiente. La soddisfazione di Ricci e Biancani

di 

29 aprile 2015

Pista ciclabile

Pista ciclabile

PESARO – “Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso capitali della bici. Bolzano e Pesaro davanti a tutti”, recita il rapporto ‘A Bi Ci’ della ciclabilità realizzato da Legambiente e presentato oggi a Roma, nel corso di un incontro che ha visto la partecipazione del sottosegretario all’Ambiente Silvia Velo. Report che è stato salutato positivamente da Matteo Ricci e Andrea Biancani: “Un grande risultato. Siamo la nona città europea nella percentuale degli spostamenti effettuati in bici, sul totale degli spostamenti urbani (28%, a pari merito con l’altra italiana Bolzano, ndr)”. Ma sindaco e assessore rilanciano: “La bicipolitana è un elemento essenziale della nostra strategia: lega salute,qualità della vita, turismo familiare. Non ci fermiamo: siamo a 79 chilometri di piste, vogliamo arrivare a 100″.

Scrive Legambiente nel comunicato allegato alla ricerca 2015, elaborata su dati comunali 2013 e su dati Epomm relativi a diverse annualità: “Pesaro ha lavorato su un’infrastrutturazione leggera e sulla comunicazione, creando la Bicipolitana. E’ una metropolitana di superficie, dove le rotaie sono i percorsi ciclabili e i vagoni le bici. Lo schema utilizzato è quello tipico delle subway, con le linee (gialla, rossa, verde, arancione) che collegano diverse zone della città. Nel 2010 c’erano già 55 chilometri che sono poi diventati 77 (ora 79, ndr) e la rete, visto il successo, continuerà a estendersi”.

Classifica

A livello nazionale, dunque, Pesaro e Bolzano al primo posto nella percentuale degli spostamenti effettuati in bicicletta a livello urbano (28 per cento). Precedono Ferrara, Treviso e Ravenna. Performance positive su tutte le voci: metri equivalenti di ciclabili ogni 110 abitanti (ottavo posto con 17,73); isole pedonali (sedicesimo posto con 0,56 nel rapporto tra metri quadrati e abitanti, in relazione all’estensione pro capite della superficie pedonalizzata); zone 20 e zone 30 (decimo posto con 43,0 nella lunghezza complessiva in chilometri), servizi di bike sharing (ventesimo posto con 9,9 nei valori pro capite e per 100 chilometri quadrati; biciclette ogni 10mila abitanti), chilometri totali (diciassettesimo posto con 68,70); chilometri totali su marciapiede (diciannovesimo posto con 11,8), ciclabili nel verde (trentacinquesimo posto con 5,8). Sul lato opposto, «da Bari a Torino, le grandi città arrancano», conclude Legambiente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>