22° Rally dell’Adriatico: il campionato italiano a Cingoli per un Weekend a tutto gas

di 

30 aprile 2015

Rally Adriatico

Rally Adriatico

CINGOLI (Macerata) – Tutto pronto per la 22° edizione del Rally dell’Adriatico, l’appuntamento motoristico per eccellenza della nostra regione. Valido per il Campionato Italiano Rally e per il Trofeo Rally Terra, la gara si disputerà come negli ultimi anni nell’entroterra tra le province di Ancona e Macerata,  sugli stupendi sterrati “offerti ” dalle colline del Verdicchio.

Al via 68 equipaggi con l’otto volte Campione Italiano Paolo Andreucci navigato dalla moglie Anna Andreussi, favorito d’obbligo con la sua Peugeot 208 T16 ufficiale. Il campione garfagnino, che comanda la classifica dopo le prime due gare, dovrà difendersi dagli attacchi di Umberto Scandola, che con la Skoda Fabia S2000 ufficiale ha vinto le ultime due edizioni dell'”Adriatico” e dall’altro ex campione italiano, il trevigiano Giandomenico Basso, che con la Fiesta alimentata a gpl cercherà di confermarsi un cliente importante per la vittoria dello “scudetto”. A comporre il poker dei pretendenti alla vittoria anche il bresciano Stefano Albertini, attualmente secondo in classifica anche lui su Peugeot 208 T 16, pronto a confermarsi fra i big della specialità. Mancherà al via di Cingoli il vincitore della gara di apertura al Ciocco, Alex Perico, fra i possibili outsider di lusso troviamo i toscani Nicola Caldani e  Gabriele Ciavarella, lo svizzero Stefano Baccega ed il romano Max Rendina, Campione Mondiale in carica del gruppo N, riservato alle vetture di serie.Rendina ha scelto il Rally marchigiano per il rientro dopo una frattura al piede che lo ha tenuto lontano dai primi appuntamenti del Mondiale, e approfitterà per testare il cambio sequenziale della sua Mitsubishi Lancer Evo IX. Fra i big che frequentano il mondiale che hanno scelto l'”Adriatico” per preparare i prossimi appuntamenti iridati spiccano i nomi del giovane finlandese Suninen, del fortissimo francese Sebastien Chardonnet e del “rumeno” come licenza, Simone Tempestini. Completano il plateau dei big stranieri il “sempreverde” Uve Nittel, protagonista dei Rally anni ’90 ed il finladese in rampa di lancio Haapamaki. Fra i protagonisti del Trofeo Terra, il due volte campione Mauro Trentin e l’altro specialista degli sterrati Luigi Ricci, vice-campione 2014.Il Rally dell’Adriatico è valido anche per diversi campionati nazionali e trofei monomarca, in poche parole un appuntamento da non perdere ricco di adrenalina.Si inizia venerdì 1 maggio alle 16,30 con la prova di “Avenale” da ripetere due volte. Sabato 3 prove speciali da ripetere per altrettanti passaggi, con start alle 7,30 mentre l’arrivo è previsto intorno alle 18 in Piazza V. Emanuele a Cingoli, il tutto per un totale di oltre 400 km dei quali 125 di prove cronometrate. Per le cartine gli orari e tutto il programma vi consigliamo il sito www.prsgroup.it.

Una raccomandazione: assistere ad un Rally e’ uno spettacolo unico, seguite sempre le indicazioni degli organizzatori e dei commissari di percorso per vivere le emozioni in sicurezza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>