Basket donne serie B, Impresa Olimpia: ribaltato il -18 dell’andata, è semifinale

di 

30 aprile 2015

OLIMPIA PESARO – PETRIANA ROMA 68-50 d.t.s.
OLIMPIA PESARO: Biagini 17, Federici 14, Barulli 6, Gjinaj 4, Radi, Monti 3, Franca 2, Magi 5, Pentucci 8, Goffi, Canestrari 9. All. Tonucci – Vice Tartaro
Petriana ROMA: Ranieri 7, Varricchio 4, Dante 17, Cianfanelli, Onorato 11, Ciarvino 1, Geloso 2, Trucco, Stirpe 5, Capobianchi 3. All. Gelsomini
ARBITRI: BARTOLINI di Fano e BERTUCCIOLI di Pesaro
PARZIALI: 17-9, 37-20, 46-35, 59-42

Olimpia Pesaro

Olimpia Pesaro

PESARO – La stagione continua grazie alle ragazze dell’Olimpia che hanno interpretato al meglio gara 2 cancellando quanto avevano fatto in gara 1. Non era facile ribaltare il meno 17 subito a Roma ma l’Olimpia c’era, era concentrata, era “testa”, sapeva dell’importanza della gara, sapeva che non ci sarebbe stata un’altra chance.

Come la scorsa settimana erano state evidenziate le tante cose negative, questa settimana bisogna fare gli elogi alle ragazze e agli allenatori che hanno interpretato al meglio la gara partendo subito forte, 13 a 2 il primo strappo, e rimanendo tranquille quando le avversarie riducevano il distacco (-5 a inizio 2° quarto). Un aiuto alle ragazze di coach Tonucci è venuto anche dall’infortunio a Cianfanelli dopo pochi minuti di gioco, Petriana ha perso il suo jolly, la giocatrice capace di coprire sia il ruolo di play che quello di guardia.

Tornando alla gara l’Olimpia gioca i primi 2 quarti in maniera semplice e efficace, imprimendo un ritmo sostenuto senza però rischiare giocate difficili; al contrario di gara 1 trova canestri dalla lunga distanza, non concede rimbalzi d’attacco e secondi tiri alle avversarie e limita il numero di palloni persi. A metà gara il -17 è recuperato e si pensa che Pesaro possa allungare, invece inizia un’altra gara nella quale le due squadre si equivalgono, una gara più nervosa, Pesaro accusa un po’ di stanchezza e sbaglia alcuni canestri facili e Roma trova coraggio, Pesaro ha canestri importanti da Biagini e Federici mentre Roma si affida a Dante e Onorato.

L’Olimpia raggiunge comunque il +19 a pochi minuti dal termine ma Petriana segna i punti necessari per andare al supplementare sul 59 a 42. Quindi parità nel doppio confronto e supplementare con 5 minuti di gioco che decidono il passaggio in semifinale, Pesaro perde per falli Barulli e Canestrari ma riesce comunque ad andare per 2 volte sul +20, ma Onorato trova la tripla a 30 secondi dalla fine prima di uscire per falli. L’Olimpia dalla lunetta va sul +18 e il risultato non cambia perché le due squadre nelle ultime azioni non trovano la via del canestro.

Bella la cornice di pubblico alla Celletta con diverse ragazzine del settore giovanile a fare il tifo alle “grandi” della prima squadra.

Ora in semifinale l’avversaria sarà il Pink Bari con gara di andata in Puglia domenica 3 maggio alle ore 18 e ritorno a Pesaro mercoledì 13 maggio alle ore 19.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>