La salvezza della VL in tre date: domenica a Cantù (20.30), mercoledì il verdetto giudice, il 10 maggio sfida contro Caserta con biglietti a 5 euro (prevendita da Prodi)

di 

30 aprile 2015

Vuelle contro Venezia (foto Danilo Billi)

Bernardo Musso (foto Billi)

PESARO – Dieci giorni alla fine del campionato e la Consultinvest è attesa da tre date fondamentali per inseguire una salvezza che appare sempre più complicata e difficile da raggiungere. La più immediata è quella di domenica prossima alle ore 20.30, quando la Vuelle salirà fino a Cantù, mentre Caserta ospiterà Reggio Emilia e onestamente questa giornata rischia di essere la meno influente, con i ragazzi di Paolini che si troveranno di fronte un’Acqua Vitasnella in forte crescita, ma che ancora non ha la sicurezza di poter disputare i playoff ed è obbligata a vincere tutte e due le partite rimaste – senza comunque avere la certezza matematica di arrivare alla post season – mentre Caserta ospiterà una formazione solida e dal maggior tasso tecnico come Reggio Emilia, ma la Grissin Bon in trasferta ha accusato qualche battuta d’arresto di troppo e soprattutto ha già conquistato matematicamente il terzo posto, mentre per salire in seconda posizione, deve sperare in una sconfitta dell’Umana Venezia – con il quale ha il 2 a 0 negli scontri diretti – con i lagunari impegnati domenica a Sassari, mentre all’ultimo turno ospiteranno una tranquilla Capo D’Orlando. Onestamente non ci speriamo troppo nella possibilità per i ragazzi di Paolini di espugnare un parquet ostico come quello canturino, così come non confidiamo troppo nella presunta superiorità tecnica delle squadre che hanno affrontato Caserta nell’ultimo mese, uscendone regolarmente con le ossa rotte, ma per dovere di cronaca è giusto sottolineare che in caso di vittoria pesarese e di una contemporanea sconfitta casertana, la Consultinvest sarebbe salva, almeno fino al 5 maggio….

Infatti la seconda data fondamentale per la Vuelle sarà proprio quella di martedì 5 maggio alle ore 14, quando il giudice sportivo del Coni, dopo aversela presa veramente comoda, deciderà finalmente sul famigerato ricorso presentato dalla Pasta Reggia contro il punto di penalizzazione inflittogli in febbraio dalla Legabasket per il ritardo nei pagamenti dei contributi del mesi di ottobre, con Caserta che ha presentato una tesi difensiva che, se accolta, farebbe giurisprudenza. Ma non è nostro compito entrare nel merito delle decisioni che scaturiranno martedì prossimo dall’esame del ricorso – che sarà inappellabile – anche se è doveroso ricordare che se Caserta si vedesse restituito il punto e riuscisse a vincere contro Reggio Emilia, per una Consultinvest che uscisse sconfitta da Cantù, le cose si complicherebbero ulteriormente, dovendo non solo vincere all’ultima giornata, ma anche ribaltare il meno sette dell’andata.

Ma naturalmente la data decisiva per le sorti della Vuelle sarà quella di domenica 10 maggio, quando alle 17.30 si presenterà all’Adriatic Arena la Pasta Reggia Caserta, in uno spareggio che Pesaro avrebbe potuto evitare se la sua dirigenza avesse avuto il coraggio di spendere qualche migliaio di euro per rinforzare il peggior roster della categoria, ma che ha anche corso il reale rischio di non poterselo giocare, proprio per l’inferiore valore tecnico di una Vuelle che nel girone di ritorno ha accusato vistosamente il gap che la divideva dalle altre 15 squadre, e quando un paio di settimane fa Pesaro ha conquistato la certezza matematica di poterselo giocare, avevamo subito sottolineato come non fosse tutto sommato un risultato da buttare via, visto il valore delle forze in campo.

Ma ne riparleremo tra qualche giorno, adesso c’è da affrontare con spirito sereno la trasferta canturina, match che si svolgerà alle 20.30 e che i tifosi pesaresi non potranno seguire in televisione, per il divieto per le tv locali di trasmettere i match che si svolgono in contemporanea alle dirette Rai e visto che, per regolamento, gli ultimi due turni devono giocarsi contemporaneamente, ci saranno sei tifoserie che non potranno assistere in diretta alle trasferte delle loro squadre proprio nelle giornate più importanti, con la Rai che ha compiuto il piccolo sforzo di trasmettere almeno due partite, invece di una sola, ennesimo autogol di una Legabasket che avrebbe bisogno di un deciso rinnovamento.

IL MATCH DELLA SETTIMANA

ACQUA VITASNELLA CANTU’ (26 PUNTI) – CONSULTINVEST PESARO (14 PUNTI)
Domenica 3 maggio – ore 20.30 – Pianella di Cantù
Niente diretta televisiva – diretta radiofonica su Radio Città- FM 101.3

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA

Non bisogna commettere l’errore di considerare l’Acqua Vitasnella una formazione dipendente dalla lune di Metta World Peace, perché Cantù – anche prima del suo arrivo – era già una buona squadra, con magari qualche problemino d’amalgama. Certamente l’arrivo di Metta ha aumentato il tasso tecnico e d’esperienza a disposizione di coach Sacripanti, soprattutto perché quello che all’anagrafe ere conosciuto come Ron Artest, è arrivato in Italia non per fare vacanza, ma per dare un saggio della sua classe, mostrata in oltre 10 anni di Nba ad altissimo livello. Il play canturino è Darius Johnson-Odom, buona visione di gioco anche se non sempre riesce ad esprimersi con continuità, in un settore esterni che può contare anche su Stefano Gentile, al suo miglior anno in carriera e il dominicano James Feldaine, sesto uomo di lusso, ma titolare di fatto, per la sua capacità di procurarsi un tiro contro qualsiasi difesa. A dare una bella mano a Metta World Peace nel ruolo di ala piccola ci pensa DeQuan Jones, eccellente fisicità con qualche problema dalla linea da tre punti, mentre sta conquistando minutaggio il croato Ivan Buva, una delle sorprese positive di questo campionato, in un reparto lunghi che vede l’americano Eric Williams e il georgiano Shermadini dividersi lo spot di centro titolare, qualche scampolo di partita anche per Awudu Abass, in un’Acqua Vitasnella che coach Sacripanti sta cercando di portare ai playoff, dove potrebbe essere la vera mina vagante.

IL DUELLO CHIAVE

Metta World Peace vs LaQuinton Ross
Primo assaggio di vera Nba per Ross, che quest’estate proverà a strappare un contratto nei camp di Orlando e Las Vegas, ma che dovrà migliorare in tante fasi del suo gioco per riuscirci, Metta è un avversario difficile da marcare, per la sua capacità di muoversi liberamente sul parquet, non dando punti di riferimento al difensore, mentre LaQuinton dovrà cercare di batterlo in velocità, sfruttando i 12 anni di differenza tra i due.

IL MOMENTO DELLA SQUADRA

Anche se difficilmente tornerà dalla trasferta di Cantù con due punti in tasca, la Consultinvest dovrà cercare di rimanere in partita il più a lungo possibile, pronta a sfruttare l’eventuale nervosismo che potrebbe attanagliare gli uomini di Sacripanti, in un match che l’Acqua Vitasnella deve per forza far suo se vuole entrare nei playoff, naturalmente anche Pesaro ha un bisogno disperato di punti, ma il fatto di giocare in trasferta contro una squadra oggettivamente superiore e la consapevolezza di avere il paracadute dello spareggio casalingo dell’ultima giornata, potrebbe far giocare la Vuelle con quella leggerezza mentale che in trasferta ha fatto capolino diverse volte e che le ha consentito di espugnare i parquet di Roma e Capo D’Orlando. L’osservato speciale sarà naturalmente Anthony Myles, completamente fuori dai giochi in questo girone di ritorno, nel quale non è mai riuscito a ritrovare il passo di un’andata giocata a discreti livelli, anche se forse lo scarso valore tecnico di Kendall Williams ne aveva esaltato i reali meriti, in una Consultinvest che dovrà cercare di tenere basso il ritmo per non far scatenare il contropiede canturino, schierando magari qualche minuto di zone press contro un’Acqua Vitasnella sempre pericolosa quando può tirare nei primi secondi dell’azione. Sarebbe importante uscire dal Pianella senza prendere un ventello, anche per mantenere alto il morale di una tifoseria che si sta preparando nel migliore dei modi per affrontare lo spareggio salvezza del 10 maggio.

LA VENTINOVESIMA GIORNATA IN PILLOLE

Giornata che si svolgerà tutta in contemporanea alle ore 20.30 della domenica, con la Rai che trasmetterà la sfida tra Sassari e Venezia come campo principale, con collegamenti da Bologna per il match tra la Granarolo e l’Acea Roma, con i romani costretti a vincere per non perdere il treno dei playoff, stessa sorte di Cremona che si recherà ad Avellino contro una Sidigas ormai tranquilla, mentre Pistoia dovrà sfruttare il match casalingo contro Varese per consolidare il suo ottavo posto, Brindisi – sicura del sesto posto – ospiterà la capolista Milano, mentre Trento dovrà difendere il suo quarto posto nella trasferta di Capo d’Orlando e Reggio Emilia proverà a salire in seconda posizione in caso di un successo a Caserta.

UN PO’ DI NUMERI

Statistiche di squadra
Pesaro ultima nella valutazione, nella percentuale da tre, nei rimbalzi difensivi e negli assist, penultima nelle stoppate e nella percentuale da due, terzultima nei punti segnati, seconda nelle palle recuperate.

Statistiche individuali
LaQuinton Ross primo nei minuti giocati, secondo nei punti segnati, quarto nella percentuale ai liberi e nelle palle perse, sesto nei rimbalzi difensivi, nono in quelli totali, decimo nei falli subiti.
Bernardo Musso quinto nelle palle recuperate.
Wally Judge settimo nei rimbalzi difensivi e decimo in quelli totali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>