Collemarathon, santa messa e Barchi-Fano in 42 km: in gara un giapponese e un 80enne

di 

2 maggio 2015

La messa del maratoneta

La messa del maratoneta

Manca solo lo start a Barchi e sarà ColleMarathon 2015. Tutto pronto per l’edizione numero 13 della maratona dei valori da Barchi a Fano. Maratona che attira runners da tutto il mondo persino da Giappone e USA. Il via per la 42Km e 195 metri scatterà alle 9 da Barchi (PU) per arrivare a Fano (PU). La corsa nata nel 2003 passa per i borghi fortificati Mondavio, Orciano, S. Giorgio, Piagge, Cerasa e  e S. Costanzo.

Un grande evento reso possibile dal coinvolgimento di un intero territorio, che vede impegnati nell’organizzazione oltre 500 volontari e una decina di gruppi podistici delle province di Pesaro e Ancona, e che può contare sulla collaborazione di numerose associazioni, di enti e istituzioni locali.

Un momento della partenza della scorsa edizione 2014

Un momento della partenza della scorsa edizione 2014

Di suggestivo non vi saranno soltanto i passaggi collinari, grande curiosità ha suscitato la novità con l’ultimo tratto su una passerella galleggiante creata ad hoc per sfilare sullo specchio d’acqua di Marina dei Cesari di Fano. Contestualmente al via da Barchi per chi non correrà si svolgerà a Fano, con partenza dalla statua del Lisippo una passeggiata sportivo-culturale dal nome “Fano4Fun” con soste in alcuni dei principali luoghi di interesse della città della fortuna che verranno descritti da personale qualificato.

ColleMAr-athon è maratona dei valori e tra le tante associazioni entrate a far parte della famiglia c’è la comunità terapeutica Algos- Associazione Oikos. Sono 1165 gli iscritti di cui 986 uomini e 179 donne. Il più giovane è Paolo Giampieri, 18 anni di Cupramontana (AN) mentre il meno giovane è l’ottantenne Guido DellaChiara di San Giovanni in Marigano (RN). Davvero variegate le nazionalità dei runners rappresentate: 1 dall’Algeria, 3 dal Belgio, 11 dalla Germania, 1 dal Giappone, 1 dal Regno Unito, 1 dal Kuwaitt, 1 dalla Lettonia, 1 da Malta, 4 dal Marocco, 4 da San Marino, 1 dalla Spagna ed 1 dagli USA. I top Runners provengono dal Marocco: Mohamed Hajjy di 36 anni, Tarik Mathnaovi di 33 anni, Jaouad Zain di 31 anni e Abdelkarim Kabbouri di 33 anni. Ma non mancano le categorie professionali rappresentate sono 26 i runners che corrono per il campionato italiano Ingegneri e Architetti e 23 per il campionato italiano geometri. Come da tradizione ieri al traguardo di Marina dei Cesari la Santa Messa del Maratoneta officiata dal fra Claudio Pantaleo, il frate francescano maratoneta conosciuto anche per essere il cappellano dell’ospedale civile di Urbino (PU) che oltre a benedire simbolicamente un pettorale ha voluto ricordare anche la recente scomparsa di Mariella Micci (vice presidente ASD ColleMar-arhon) e Fausto Marinelli. Non poteva mancare un pensiero per l’alluvione che esattamente un ano fa ha colpito la vicina Senigallia e altre località della zona. Appuntamento alle 9 a Barchi per l’emozionante via della XIII Colle.

www.collemar-athon.com

ColleMar-arthon 2015 tutti numeri della XIII edzione.doc

Facebook ColleMar-athon, la maratona dei valori

Percorso e Altimetria

ColleMar-arthon 2015 tutti numeri della XIII edzione.doc

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>