Progetto Inprint, la città di Urbino si racconta e fa parlare i cittadini

di 

4 maggio 2015

URBINO – Si chiama Inprint ed è un progetto realizzato dall’ISIA di Urbino durante il biennio specialistico in Comunicazione e Design. I lavoro è coordinanto dal prof. Marco Tortoioli Ricci, e ha come obiettivo la diffusione di storie riguardanti lo spazio urbano della città. Ogni luogo si racconta attraverso lo strumento del “QR code”. Una volta scansionato il codice con uno smartphone o un tablet, sarà possibile in un primo momento accedere alla storia di quel preciso luogo, e successivamente lasciare una traccia del proprio vissuto in quel medesimo spazio. Da lunedì 4 maggio nel centro storico di Urbino saranno quindi collocati in modo non permanente (per non danneggiare le pareti degli edifici) una trentina di “QR code”, e inizierà questa nuova esperienza di racconto storico, e di narrazione da parte di cittadini, studenti e turisti.

I codici saranno presenti in Piazza San Francesco e Cappella Albani, Piazza Rinascimento, Via dei Maceri, Via Rifugio, Parco della Resistenza, Via Barocci, Via Bramante, Via Veterani, Borgo Mercatale, Via dei Morti, Giro dei Debitori, Via San Domenico, Via Balcone della Vita, Via San Girolamo, Via dei Saponari, Via Santa Chiara, Via Battisti, Via Veneto, Piazza Duca Federico, Corso Garibaldi, Parco della Rimembranza e Via Valerio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>