Fano, rubano il “mobility” a un disabile. “Come se mi avessero rubato le gambe”

di 

8 maggio 2015

Ecco il mezzo rubato

Ecco il mezzo rubato

FANO  – Gli hanno rubato il suo “mobility”, il mezzo motorizzato con il quale poteva uscire di casa e muoversi in autonomia per Fano. Lui, Roberto Lacoppola, 28 anni, barese, da 5 mesi residente a Fano, è disabile dalla nascita. “Così è come si mi avessero rubato le gambe”. Il furto, ignobile, è stato effettuato la scorsa notte in via Ciro Menotti, zona Vallato di Fano, dove Lacoppola vive insieme alla famiglia della sorella. E’ stato il cognato ad accorgersi della mancanza.  Lacoppola non ha potuto far altro che denunciare il furto ai carabinieri. “Sono rattristato per quello che mi è successo – ha spiegato Roberto – si tratta di un atto vergognoso, non ci sono altri aggettivi per definirlo. Hanno colpito una persona nel suo disagio, ma la diversità io la vedo oggi proprio nella gente che commette simili atti. Senza il mio mobility sono condannato a casa e non posso avere la vita sociale che cerco di condurre, non posso fare una passeggiata o recarmi lungo il mare. Faccio un appello affinché qualcuno mi aiuti a ritrovarlo o se possibile perché ne possa avere uno nuovo”. L’appello: il mobility di colore rosso metallizzato, valore di circa 4000 euro, era stato ricevuto da meno di due anni ed era ancora in garanzia. Il sindaco Massimo Seri ha definito vigliacchi gli autori del gesto e ha ricevuto il giovane portandogli tutta la solidarietà dell’amministrazione comunale.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>