Playoff Serie D, Basket Giovane regge con l’orgoglio a Porto Recanati. Ma gli arbitri…

di 

8 maggio 2015

CAMPIONATO REGIONALE SERIE D – PLAYOFF SEMIFINALE – GARA 1

FORTITUDO PORTO RECANATI – ITAS BASKET GIOVANE PESARO 72 -63

Parziali: 24-13, 40-29, 57-41

Porto Recanati Mosca 7, Trillini 3, Palumbo 20, Sorgoni 4, Soricetti 24, Mammutovic 3, Ciccarelli 4, Prosperi 5, Caracini, Angelici 2, Matassini, Cuna – All. Matassini

BG Pesaro Santinelli Edoardo 7, Giacomini 7, Giorgi 4, Andreani 17, Santinelli Enrico 7, Di Sciullo, Laddomada n.e., Lanci, Antonelli 6, Di Luca 10, Bonini 2, Terraciano 3 – All. Romanelli

Arbitri: De Angelis ed Esposito

Basket Giovane 2015

Basket Giovane 2015

PORTO RECANATI – L’ITAS BASKET GIOVANE PESARO esce sconfitta in gara 1 di semifinale sul campo di una concentratissima e preparata Fortitudo Porto Recanati, i padroni di casa hanno sempre condotto il match con distacchi quasi sempre in doppia cifra, solo nel finale, con tutto l’orgoglio del BG, i ragazzi Pesaresi arrivano ad un -4 che poteva ribaltare le sorti dell’incontro ma così non è stato. Vorrei aprire una parentesi e toccare l’argomento arbitrale, cosa che solitamente non faccio per principio ma che in questa partita mi ha veramente contrariato. La coppia arbitrale è apparsa, senza ombra di dubbio, inadeguata ad una semifinale playoff, sono stati “elargiti” a random tecnici e falli antisportivi che, nei miei tanti anni (ahimè) che frequento i campi di basket, non ricordo di aver visto, giocatori al 4° fallo buttati fuori con tecnico, mischie con palla a terra, quattro giocatori di cui 3 di una squadra e 1 dell’altra a cui viene fischiato fallo per giunta antisportivo, metro decisamente indecifrabile , permissivo solo su un lato del campo… fischiate banali sbagliate e con stessa ammissione degli arbitri… insomma una vagonata di castronerie che hanno fatto della coppia De Angelis ed Esposito dei veri “protagonisti” in campo. Il lavoro di 2 squadre che si affrontano per una semifinale fisica, dura, tattica ma assolutamente corretta, al termine di una stagione lunga e dispendiosa, merita più rispetto e concentrazione anche dalla componente arbitrale che, volente o nolente, fa parte del gioco ma non può ergersi a protagonista. Chiudo la parentesi e torno a ribadire, a scanso di equivoci, che la Fortitudo Porto Recanati ha pienamente meritato la vittoria grazie soprattutto a un immarcabile Soricetti, vera spina nel fianco dei Pesaresi post partenza di Giacomo Giudici, e un Palumbo molto concreto. Nelle fila dei ragazzi di coach Romanelli tanta imprecisione, percentuali molto al di sotto della media con tiri solitamente facili che si sono trasformati in difficili, poca lettura in attacco e molte forzature uno vs uno, in difesa, molta zona visto le motivazioni di cui sopra (falli!), si è cercato di tamponare il vantaggio sotto canestro di Soricetti e, malgrado tutto, a 3 minuti dal termine la distanza tra le 2 squadre si era ridotta a soli 4 punti poi, come detto, ci hanno pensato i signori in grigio a riportare le dovute distanze con un fallo antisportivo con aggiunta di fallo tecnico e sequela di tiri liberi.
La semifinale è ovviamente aperta e sicuramente i ragazzi pesaresi ricaricheranno le batterie in preparazione di gara 2 di mercoledì 13 maggio, ore 21,30, al PalaGalilei cercando di pareggiare la serie e tornare a giocarsi la bella in quel di Porto Recanati.
Una nota a parte, e un in bocca al lupo, la faccio a favore della nostra U19 (che fornisce molti giocatori alla prima squadra di serie D) che lunedì 11 maggio avrà la gara di ritorno (senza bella ma differenza canestri) di semifinale playoff per il titolo di campione regionale a San Banedetto partendo dal +15 dell’andata.

(si ringrazia Fabio Lanci)

Basket Giovane
Basket Giovane

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>