Giocando s’impara: anche a Pesaro “L’ospedale dei Pupazzi”, progetto di pedagogia medica per bambini

di 

11 maggio 2015

L'ospedale dei pupazziPESARO – Arriva anche a Pesaro “L’ospedale dei Pupazzi”. La manifestazione, organizzata dalla società Bees Pesaro, in collaborazione con il Sism (Segretariato Italiano Studenti in Medicina) e con il patrocinio del Comune di Pesaro, si terrà domenica 24 maggio. All’evento, prenderà parte anche l’assessore comunale al Benessere Mila Della Dora.

Concetto chiave: giocando s’impara

“Il concetto chiave – ha detto l’assessore al Benessere Mila Della Dora – è: giocando s’impara. L’iniziativa vuole infatti sensibilizzare i bambini, che in genere hanno paura delle persone con il camice bianco. Vogliamo far capire che i medici sono loro amici, e il gioco può essere il mezzo per spiegarglielo. La manifestazione quindi ci piace e senza dubbio verrà riproposta anche il prossimo anno”.

Il ritrovo è fissato per le ore 14.30 alla parrocchia del Cristo Re. “Dopo essere stati registrati – ha spiegato il general manager dell’associazione Bees Basketball Pesaro Graziano Sartini -, i bambini raggiungeranno a gruppi il lungomare  Nazario Sauro dove ci saranno ad attenderli i ‘pupazzologi’ del Sism”.

Per l’occasione, ogni  bambino dovrà portare un pupazzo da “curare”.

L’ospedale dei pupazzi è un progetto di pedagogia medica che il Sism organizza in varie città italiane. L’iniziativa si propone di sensibilizzare bimbi e ragazzi dai 3 ai 10 anni alle più comuni pratiche mediche, attraverso il gioco, con l’obiettivo prioritario di migliorare il rapporto tra bambino, medico e ambiente ospedaliero. Ma anche di migliorare la capacità di interazione pediatrica degli studenti di medicina che partecipano all’evento.

I bimbi “tutor” del pupazzo malato

In sostanza, partecipando all’ospedale dei pupazzi, lo studente di medicina diventa promotore di un processo pedagogico, rivestendo il ruolo di uno dei “medici pupazzologi” che visiterà e curerà il pupazzo malato sotto la supervisione del bambino.

L’ospedale dei pupazzi disporrà di quattro reparti: accettazione, medicina generale, chirurgia e farmacia.

“In occasione dell’evento abbiamo fatto numerosi gadget –  ha concluso Sartini  – che saranno disponibili a offerta, e il ricavato andrà in beneficenza all’Ail di Pesaro”.

Alla manifestazione, che si svolgerà in viale Nazzario Sauro,  potranno prendere parte tutti i bambini, non solo gli iscritti alla società di minibasket Bees.

In caso di pioggia l’iniziativa si terrà nella palestra di Cristo Re, dove si trova la sede dei Bees.

Collaborano all’iniziativa anche Ail Pesaro, Abio, Cri e fondazione Lotta contro l’infarto onlus.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>