Il nostro Alex Baldolini racconta Imola ai lettori pu24: “E’ la PISTA delle piste. Ma il motore…”

di 

11 maggio 2015

Alex Baldolini

 

Ciao a tutti i lettori di pu24, purtoppo questa volta sono qui a raccontarvi di un fine settimana che prometteva tanto ma che alla fine si è concluso con uno “zero” nella casella dei punti. Speravo di non dover raccontare una “storia” finita male proprio nella gara di Imola, ma alla fine così è andata…

Baldolini

Baldolini

Il week end di Imola è per me piú speciale di altri: sono vicino a casa (anche se a Misano lo sono ancor di piú…), è il primo appuntamento in Italia e la pista per me è la PISTA con tutte le lettere in stampatello. Anche se non è molto che conosco Imola (prima volta nel 2012), il circuito del Santerno mi è entrato nel cuore e posso affermare che è tra i miei preferiti (se non il preferito). È situato dentro la cittá, il tracciato è favoloso ed è una di quelle piste che ha mantenuto negli anni le sue caratteristiche di “pista vecchio stile”. In molti dicono che è una pista da “pelo sullo stomaco”, io la definirei una pista molto tecnica dove il pilota riesce a fare una bella differenza sui saliscendi del circuito. Detto questo il week end è trascorso davvero nel migliore dei modi; venerdì siamo stati subito veloci e sabato abbiamo continuato migliorando. Avevamo un ottimo passo e nelle qualifiche sono riuscito a stampare il 6ºtempo (scendendo sotto il muro del 1’52) e devo dire che ero davvero felice, visto che in tutti i turni di prove ero stato costantemente nei primi 5-6 e che finalmente avevo superato lo “scoglio” delle qualifiche che fino ad ora era stato il mio unico grande problema. Purtroppo subito dopo le qualifiche le cose hanno iniziato a prendere una brutta piega…mi hanno indietreggiato in griglia di 3 posizioni perchè nelle libere avevo girato senza parafango anteriore…comunque anche partendo dalla nona posizione ero sicuro di poter fare una buona gara. Nel warm up la moto ha iniziato ad avere problemi (di fatto non ho neppure fatto un giro completo), non essendoci tempo per cambiare motore prima della gara abbiamo optato a sostituire molti pezzi elettrici pensando che il problema venisse dall’impianto elettrico. Ero teso prima di salire in moto per andare a schierarmi, ma appena uscito dalla corsia box la moto sembrava funzionare e ho tirato un sospiro di sollievo…come in un brutto sogno peró nel giro di ricognizione la moto è tornata a non andare, ho deciso di schierarmi comunque sperando che riprendesse a funzionare (cosa che non ha fatto..) così in partenza sono rimasto piantato in griglia e mi hanno passato tutti, durante il primo giro ho cercatodi fare tutto quello che potevo per vedere se la moto potesse tornare a funzionare e di colpo (non so perchè) ha ripreso ad andare. Gli altri erano lontani, ma mi sono messo in carena e ho iniziato a spingere piú che potevo. Ho inizito a raggiungere vari piloti e a superarli e una volta arrivato al gruppetto che andava dall´11º al 15º ho iniziato a superarli uno ad uno; il mio ritmo era veloce (a livello di chi ha concluso 5º la gara) ma di colpo il motore ha ceduto proprio all’uscita della Rivazza2, così ho imboccato la pit lane e mi sono ritirato in una nuvola di fumo… Che dire di certo non ero contento, l’illusione poi di poter magari raddrizzare la gara mi ha illuso per qualche giro, per poi finire tutto nel fumo dell’olio del mio motore. Sono le corse e di certo mi sarebbe piaciuto poter dimostrare davanti al mio pubblico di cosa sono capace, ma rimango con un buon sapore in bocca: continuiamo a migliorare gara dopo gara e questo week end siamo stati davvero costanti e veloci, quindi vorrá dire che sará per la prossima gara dove ci faremo trovare nuovamente preparati! Ringrazio come sempre i ragazzi del Race Dept. ATK#25 che si fanno in quattro per darmi sempre la miglior moto possibile.

Next stop Donington Park tra due settimane! Ciao!!

LE FOTO:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>