L’Osservatorio sulla attività degli enti locali: “Sì al ripascimento delle spiagge ma non con la sabbia prelevata in mare”

di 

11 maggio 2015

RipascimentiPESARO – “Nei prossimi giorni – rileva l’Osservatorio sulla attività degli Enti Locali – andrà in appalto la individuazione del soggetto che dovrà provvedere al ripascimento del litorale pesarese. Fermo restando, che la tutela della integrità delle spiagge pesaresi rappresenta una emergenza prioritaria sopratutto in relazione alla importanza economica del settore turistico e fermo restando l’inderogabile necessità che vengano assunti al più presto, da parte delle Regione, interventi organici e risolutivi rivolti a risolvere una volta per tutte l’emergenza rappresentata dalla graduale erosione del litorale, l’Osservatorio esprime perplessità e preoccupazioni per le modalità di prelievo della sabbia di ricarico”.

Nello specifico, l’Osservatorio torna a reclamare la predisposizione di un piano di dettaglio delle opere di difesa della costa e la realizzazione di adeguati e solleciti interventi di potenziamento e rifioritura delle scogliere.

“L’utilizzo della sabbia marina – sostiene l’Osservatorio – è troppo impattante al punto di vista ambientale e come è stato ampiamente dimostrato l’anno scorso, determina problemi oggettivi all’ habitat marino e alla piena agibilità del litorale”.

Da qui la richiesta dell’Osservatorio di ritornare all’antico e di procedere al ripascimento del litorale attraverso l’utilizzo di materiale sabbioso prelevato dalle spiagge libere.

“Tale scelta, oltre a mitigare l’impatto ambientale dell’intervento, soprattutto se realizzato a stagione turistica avviata, produrrà peraltro – afferma l’Osservatorio sulla attività degli Enti Locali – una concreta ed utile riduzione dei costi dell’operazione”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>