Ecco come contribuire alla raccolta fondi per Roberto, il disabile derubato del Mobility. L’appello: “Donate col cuore, non per fini politici o elettorali”

di 

13 maggio 2015

Ecco il mezzo rubato

Ecco il mezzo rubato

FANO – “Date le numerose versioni di questa notizia che abbiamo letto sui vari giornali locali, avevamo piacere di comunicare ufficialmente la nostra iniziativa e chiarire ogni dubbio”. Così scrivono Emanuela Giorgi con Doris Haskasa e Roberta Piermaria, a nome del gruppo per la raccolta fondi di Roberto Lacoppola, che continuano: “La città di Fano sta organizzando una raccolta fondi per riacquistare il Mobility rubato a Roberto Lacoppola, un ragazzo invalido che si è trovato a causa di questo furto senza la possibilità di muoversi autonomamente. La raccolta è partita dall’iniziativa di due ragazze Doris Haskasa e Roberta Piermaria che, appoggiandosi al gruppo “La Fano che ci piace o non ci piace”, hanno diffuso la notizia su Facebook tra i 5.000 membri del gruppo. La prima fase della raccolta è stata martedì 12 al Caffè del Pasticcere. Proseguirà ora con l’appoggio di 3 punti vendita dislocati in punti strategici della città:

 Moscatelli Mode in Via Gabrielli
 Colucci Orologi in Via Cavour, 38
 Lifedream Fotocapri in Via Roma, 73

Sarà quindi possibile nei prossimi giorni continuare a portare le proprie donazioni in uno di questi 3 esercizi commerciali.

Colucci Orologi ha inoltre messo a disposizione un conto PAYPAL per chi non potesse recarsi fisicamente a fare la propria donazione: info@colucciorologi.it“.

“Ci teniamo a precisare che tutte le iniziative nate successivamente e in special modo quelle legate ad alcuni partiti politici che hanno annunciato di voler fare una loro raccolta non sono in alcun modo collegate a noi – concludono – Con ciò, ogni iniziativa da parte di chicchessia è ben gradita se ha lo scopo di incrementare la cifra raccolta per poter arrivare il più possibile vicino al totale di € 5.000 che è la somma necessaria per riacquistare il Mobility. Ma ci preme che le iniziative siano fatte con il cuore e non con l’intenzione di raccogliere consensi elettorali e perciò vogliamo prendere le distanze da qualsiasi proporzione di natura politica. La nostra è unicamente un’iniziativa popolare e tale deve rimanere. Se gli esponenti dei vari partiti politici fanesi, come hanno già fatto alcuni, hanno piacere di partecipare possono anche solo semplicemente recarsi in uno dei punti di raccolta ed effettuare la loro donazione in modo esplicito o anonimo, a loro scelta”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>