Il sesso è divertimento… giochiamo. Parola di DeSidera

di 

13 maggio 2015

Dott.ssa Giorgia Giacani*

La dimensione ludica del sesso è uno dei temi centrali delle richieste psico- sessuologiche.

Spesso ci si dimentica, o si fa finta di dimenticarlo, che il sesso è divertimento. O meglio il divertimento è un nodo importante della questione.

Fino a non moltissimi anni fa l’ unico motivo per cui alle donne era consentito fare sesso era lo scopo riproduttivo. Non era contemplata la possibilità di farlo per divertimento, per piacere. Era quasi una “costrizione” imposta dai doveri coniugali.

Ciò è riscontrabile anche in un interesse ritardatario da parte della comunità scientifica di indagare la sessualità femminile. I desideri e le fantasie sessuali erano un tabù. Se non avevi voglia di fare l’amore con tuo marito eri una moglie ingrata, se avevi troppa voglia una moglie troppo smaliziata, e se non riuscivi a farlo? Beh, peggio per te!

Per non parlare dell’auto-erotismo, quello fortunatamente rendeva ciechi entrambi i sessi!

Ora qui stiamo parlando con estrema leggerezza di un argomento che è stato, e forse è ancora, un tabù.

Ma soffermiamoci un attimo e partiamo con delle libere associazioni.

Se dico sesso la prima cosa che penso è godimento, orgasmo, desiderio, divertimento, passione.

Tutto rimanda al piacere.

All’opposto del dolore.

Il piacere è la dimensione che ci mette in contatto con il nostro IO corporeo consentendoci di sentire, percepire, esperire emozioni. Ma se per il dolore, il nostro corpo ha recettori altamente specializzati in grado di rilevarlo, per il piacere questo non è possibile. Perché il piacere, il godimento è altamente soggettivo. Ricordiamoci che il nostro organo sessuale più potente è il cervello.

Allora perché ancora oggi facciamo difficoltà ad iscrivere il sesso nella dimensione del divertimento?

Il divertimento appaga. Il sesso questo dovrebbe fare. Appagare i sensi, abbassare le difese psichiche, metterci in comunicazione con noi stessi e con l’altro.

E credo che la miglior comunicazione passi proprio dalla conoscenza.

Oggi giorno fortunatamente sembrano esserci meno remore a parlare di sesso, ma siamo ancora lontani dal ritenere la nostra società libera dai tabù sessuali.

Se il sesso è divertimento… allora iniziamo a giocare…

Si parliamo proprio di quei giochi.

sexy shopI sex toys.

Se prima erano oggetti da tenere nascosti (anche al partner) dentro il comodino, oggi se ne trovano in commercio di ogni tipo, di design, hi tech, oppure i classici vibratori a forma di pene.

Di ogni materiale e foggia.

L’ultimo nato è “EVA” che grazie ad una campagna di crowfunding che ha finanziato il progetto di una psicologa e una ingegnere è il “primo vibratore per la coppia, discreto, che si usa senza mani o cinturini” (da Internazionale).

Perché il divertimento può avvenire in solitudine ma anche coinvolgendo l’altra metà.

Ma non esistono solo i vibratori, dildo o i vibro massaggiatori.

I sex toys si dividono in macro categorie:

  • La biancheria intima di tessuto o commestibile
  • I sostituiti: dildo, vibratori, perle della Geisha
  • Gli ostacolanti: lacci, manette, foulard.. e tutto quello che vi viene in mente per legare/stringere/allacciare il partner a voi. Vengono spesso usati nelle pratiche di bondage e soft bondage
  • I punitivi: fruste, frustini, pinze per capezzoli. Usati molto spesso nelle pratiche sado-masochiste (ricordiamoci che il sado- masochismo ha delle regole precise e vanno rispettate)

La fantasia non dovrebbe avere limite, se non quello di essere a vostro agio, consapevoli e consenzienti e adoperarli in un contesto igienico idoneo.

Avvicinare il sesso alla dimensione ludico-appagante è quanto di più prezioso potremmo regalarci. Il sesso è comunicazione e senza comunicare non riusciremmo mai ad entrare in contatto intimo con noi stessi e con l’Altro.

*Esperta in psicosessuologia

DeSidera: chi siamo

L’associazione di psicologia e sessuologia “de.Sidera” vuole essere uno spazio culturale di discussione di tematiche psico-sessuologiche, un momento per riflettere sulla propria sessualità, per rendersi consapevoli che il piacere, in ogni ambito, è accessibile, basta volerlo.

L’ associazione “de.Sidera” è formata da psicologhe e sessuologhe e si occupa inoltre di servizi alla persona attraverso consulenze all’individuo, alla famiglia e alla coppia e fornisce servizi di consulenze ai professionisti.

Siamo a Fermignano e potete seguirci su:
www.desidera.psico@wordpress.it
www.facebook.com/desiderando

oppure contattarci su
mail desidera.info@gmail.com
cellulare 348.6516339

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>