Il riscatto dell’Itas Basket Giovane: battuta Recanati con una prova gagliarda

di 

14 maggio 2015

ITAS BASKET GIOVANE PESARO – FORTITUDO PORTO RECANATI 75-69
ITAS BASKET GIOVANE PESARO: Santinelli Edoardo 10, Giacomini 21, Giorgi 5, Andreani n.e., Santinelli Enrico 10, Nicolini n.e., Di Sciullo 2, Lanci, Antonelli 4, Di Luca 17, Bonini, Terraciano 7 – All. Santinelli
PORTO RECANATI: Mosca 19, Trillini 6, Palumbo 9, Attili 10, Soricetti 8, Mammutovic 2, Ciccarelli 10, Prosperi 3, Caracini, Angelici, Marangoni, Cuna 2 – All. Matassini
ARBITRI: Fratalocchi e Mengucci
PARZIALI: 25-25, 43-48, 52-57

Itas Basket Giovane

Itas Basket Giovane

PESARO – Pronto riscatto dell’ITAS BASKET GIOVANE PESARO che, dopo la sconfitta di gara 1 in quel di Porto Recanati, si impone in casa in gara 2 con una partita gagliarda e di notevole intensità portando alla bella la serie di semifinale. Il match non è iniziato tra i migliori auspici per la compagine di coach Roberto Santinelli, chiamato a dirigere in prima persona i ragazzi pesaresi vista la squalifica di Roberto Romanelli relegato in tribuna, già nel riscaldamento si è dovuto fermare il capitano Andreani vittima di un doloroso stiramento al polpaccio che, anche in previsione della gara di domenica prossima, colpisce duramente il reparto lunghi già assotigliato in questa post season.

La squadra, nel primo quarto, appare un po’ spaesata senza il solito riferimento di Andreani ma ciò nonostante, recupera ben presto l’identità combattiva grazie ad uno straordinario Giovi Di Luca (17 punti, 6/6 ai liberi e 9 rimbalzi complessivi) che lotta contro i lunghi avversari pur rendendo diversi centimetri. Gli ospiti, molto più esperti dei giovani pesaresi, appaiono molto determinati a chiudere il discorso qualificazione e lo si vede chiaramente, prendono fiducia grazie alla buona vena di Mosca (19 punti, 4/8 da 3) e a cavallo tra il secondo quarto e metà del terzo riescono ad allungare senza mai raggiungere però distane importanti. Ma coach Santinelli ordina la zona che mette pian piano in difficoltà il Porto Recanati mentre, in attacco, la trans agonistica di un superbo Giacomini trascina tutti i compagni all’arembaggio finale con un 4° quarto da incorniciare finito con un perentorio 23 a 12 che sancisce, per il BG, il diritto a giocarsi tutto in una gara 3 che si preannuncia equilibrata ed incerta sul campo del Porto Recanati, domenica 17 maggio alle ore 18.15.

(Si ringrazia Fabio Lanci)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>