Offese sessiste, calcio femminile indignato. La campionessa pesarese Manieri: “Parole tristi, tutti devono poter giocare e sognare come i maschietti”

di 

16 maggio 2015

Manieri campione di Germania con il Bayern. Foto tratta da Fb

Manieri campione di Germania con il Bayern. Foto tratta da Fb

PESARO – Le presunte offese sessiste del presidente della LND, Felice Belloli, hanno scatenato indignazione e polemiche capace di valicare ogni confine.  Tutto – lo ricordiamo – è stato originato da alcuni stralci del verbale di una riunione della LND sui fondi al calcio femminile, in cui una frase precisa si parlava testualmente di “4 lesbiche”. Belloli ha fin qui negato: “Va dimostrato – ha detto all’Ansa – che quelle frasi sono mie. Un verbale può essere stato scritto da chiunque. Bisogna dimostrare che io abbia detto quelle cose e io, ripeto, lo nego”. Raffaella Manieri, pesarese, calciatrice della Nazionale Italiana Femminile e neocampione di Germania con la maglia del Bayern Monaco, ha così commentato sul proprio profilo facebook: “Viviamo in un mondo dove ognuno ha il diritto di avere ed esprimere il proprio pensiero, ma è molto triste leggere queste parole del Presidente Belloli perchè, proprio per il ruolo che ricopre, dovrebbe riflettere molto attentamente prima di fare accuse così forti ed ingiuste. Queste bambine (in riferimento alle giovani che, anche grazie al esempio, giocano e sognano nelle giovanili del Pink Arzilla, ndr) devono poter giocare, sognare e diventare calciatrici professioniste, facendo della loro passione il loro mestiere, proprio come fanno i loro amici maschietti”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>