Volley Pesaro, la prima fetta di A2 è tua: 3-0 al Cisterna davanti a un PalaBancaMarche gremito. Partita verità sabato prossimo (19.30) a Cisterna

di 

16 maggio 2015

VOLLEY PESARO – OMIA VOLLEY 88 CISTERNA 3-0

Volley Pesaro: Spadoni, Salvia5, Zannini (L) , Sestini 8, Concetti, DiIulio 1, Battistelli, Bellucci 9, Battistoni, Bordignon, Mezzosoma 16, Babbi 17. All. Bertini, Portavia

OMIA Cisterna : Liguori R. 9, Centi, Bonciani, Diomede 8, Zanin, Orsi 5, Marinelli (L) Vittozzi, Liguori D. 7, De Angelis, Bertiglia 9. All. Droghei, Negri

PARZIALI: 25-15; 25-21; 25-20
ARBITRI: Russo, Bucci
PESARO – La prima è andata. Ed è stata una serata memorabile per Volley Pesaro, che si aggiudica gara1 di play-off per 3-0 contro l’Omnia Volley 88 Cisterna. “Le ragazze mi hanno davvero emozionato – commenta il tecnico Bertini a fine gara – sono state tutte bravissime”. Sabato prossimo, a Cisterna di Latina, alle 19.30, la gara di ritorno: se Pesaro vince sarà promozione diretta in A2.  Cisterna ha vinto il girone D del campionato di serie B1 con un punto di vantaggio. A Pesaro, oggi, era presente un pullman di tifosi da Cisterna ma non è bastato: troppo forte il calore del tifo pesarese.

Primo set strepitoso delle padrone di casa. Trascinate dal pubblico delle grandi occasioni (PalaBancaMArche gremito) le ragazze di Bertini si divertono e fanno divertire. Protagoniste assolute Di Iulio e Babbi – per la schiacciatrice 7 punti – ma è tutta la squadra a girare a mille. Cisterna, arrivata con un buon seguito di tifosi, si difende bene, ma il muro difesa di Pesaro è attento a bloccare i contrattacchi avversari. Il parziale finisce 25-15, ma la gara è ancora lunghissima. Il secondo set è giocato punto a punto. Le due squadre si affrontano a viso aperto, dando vita ad una bellissima partita dal punto di vista tecnico e di intensità. Sono la schiacciatrice Liguori R. e la centrale Diomede a trascinare Cisterna. Volley Pesaro si affida ad una Di Iulio eccezionale , capace di servire le sue attaccanti con altissima precisione. Al secondo time-out tecnico le padrone di casa conducono 16-15, a testimonianza dell’equilibrio che regna in campo. Ci pensa Mezzasoma a spezzare l’equilibrio con tre punti che portano avanti Pesaro 20-18. Cisterna va un po’ in confusione e regala due punti consecutivi su invasione a rete. Droghei ferma tutto con un time-out discrezionale, e al rientro in campo Diomede riconquista il servizio per Cisterna. Ma la rimonta non riesce: Mezzasoma prima e Sestini poi, con una splendida diagonale stretta, portano Volley Pesaro sul 24-21. Ci pensa la solita Babbi, incontenibile, a chiudere i giochi con una diagonale da posto quattro. Nel terzo set regna ancora l’equilibrio. Al primo time-out tecnico è Cisterna a condurre per 8-6. Un vantaggio frutto di un’ottima correlazione muro-difesa. Ed è proprio un muro su Sestini a regalare l’ottavo punto alla squadra laziale. La partita scorre veloce, tra grandi difese e attacchi precisi e ben piazzati. Sul 12-11 Bellucci infiamma il palazzetto, mettendo a segno il 13^punto con un attacco preciso in mezzo alle mani del muro, dopo una serie di difese spettacolari. Ed è sempre Bellucci a mettere a segno il 16-13 per Volley Pesaro. Bertini sostituisce Salvia con Battistelli al servizio . E la giovane pesarese mette prima in difficoltà la ricezione di Cisterna, poi difende con precisione un attacco di Liguori D. consentendo il contrattacco punto di Pesaro. A questo punto Mezzasoma e Sestini salgono in cattedra e portano Volley Pesaro sul 22-19. Ma è sempre Babbi, con un mani-out da posto due, a regalare la vittoria a Pesaro. “Abbiamo preparato con cura questa gara -spiega Bertini – le scelte a muro sono state, nel primo parziale, perfette. Poi Cisterna ha cambiato la distribuzione e le ragazze sono state brava riadattarsi in breve tempo”. Una vittoria, ancor auna volta in questa stagione, del gruppo: “Non si può parlare di singoli oggi – continua il tecnico – ognuna ha dato il suo contributo”. Per coronare il sogno dell’A2 adesso manca solo una partita: “Da martedì torneremo in palestra per migliorare le cose che oggi non hanno funzionato a dovere. Sempre con la massima concentrazione, perché la serie è ancora lunga”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>