Alfano a Pesaro e Fano: “Parte dalle Marche la nostra proposta alternativa agli estremismi di destra e sinistra”

di 

17 maggio 2015

PESARO – La grande “Ex” che troneggiava sopra le loro teste sembrava un segno del destino. Ex Pd, ex Forza Italia. Il Ministro degli Interni Angelino Alfano all’hotel Excelsior di Pesaro per sostenere alla Presidenza della Regione Gian Mario Spacca, governatore uscente del centrosinistra, e la lista Marche 2020 – Area popolare. “Parte dalle Marche – ha detto Alfano – con il coordinamento regionale affidato a Vittoriano Solazzi, il progetto nazionale di Area Popolare, la proposta politica di centro alternativa agli estremismi ideologici di destra e di sinistra. Nelle Marche abbiamo realizzato un laboratorio e un modello politico che vorremmo si realizzasse in tutta Italia. Quella destra lì – ha rimarcato – non ha ha nulla a che fare con la candidatura di Gian Mario Spacca. Fra la destra di Salvini e la sinistra, in mezzo, c’è uno spazio enorme, una grande prateria, che nelle Marche è in grado di dare un grande risultato elettorale, e un grande consenso ad un progetto politico che non sta con Salvini e neanche con Renzi, ma occupa quel grande spazio politico-elettorale che c’è tra il Pd e l’estrema destra. Spacca? Avesse badato alla propria convenienza – ha chiuso Alfano – gli sarebbe convenuto chiudere i due mandati da vincente, rimanere nel Pd ‘a credito’, e contrattare qualche altro incarico”.

Così Gian Mario Spacca, presidente della Regione uscente e candidato per Marche 2020 Area Popolare, Democrazia Cristiana e Forza Italia: “La rottura con il Pd non è avvenuta, come dicono in modo ossessivo da mesi, sul mio terzo mandato, tema che non è mai stato posto, ma sul no al progetto di Marche 2020, ribadito formalmente per ben quattro volte. Allo stesso vicesegretario nazionale del Pd, Guerini, abbiamo proposto un progetto elaborato in due anni di incontri sul territorio e non il tema di una mia ricandidatura, tanto che avevo anche indicato i nomi di possibili candidati. Del resto ci sono i comunicati del Pd e una lunga rassegna stampa a certificarlo. Uno tra i tanti quello sull’assemblea del Pd di gennaio che dà il via libera alle primarie. Nella relazione del segretario, approvata dall’Assemblea, alla ‘voce’ alleanze è scritto: ‘aperti ad altre forze politiche, da valutare con gli alleati, con l’unica eccezione di Marche 2020, che non potrà far parte dell’alleanza’”.

Spacca e Alfano con i candidati di Area Popolare

Spacca e Alfano con i candidati di Area Popolare

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>