Ma quanto è bella Pesaro dall’alto? Peccato solo per il… Monte di Bartolo

di 

19 maggio 2015

PESARO – Affascinanti le immagini di Pesaro dall’alto, lo scorcio della costa che unisce Fano a Pesaro, di piazza del Popolo e di Rocca Costanza, i colori, i blu e il verde, quella grande scritta sulla sabbia dedicata alla carovana rosa, nelle riprese dell’elicottero della Rai che ha seguito il Giro d’Italia nella sua tappa che, da Civitanova a Forlì, ha attraversato Fano e Pesaro intorno alle ore 15. Bella la cartolina di Rai Sport 1 su una Pesaro baciata dal sole, città di Gioachino Rossini, le interviste effettuate all’interno del Teatro Rossini, lo spaccato di viale Trieste e della Palla di Pomodoro, la salita della Panoramica, i suoi tornanti fino a Casteldimezzo con il gran premio della montagna e la successiva discesa simile a un quadro impressionista, con il verde e il blu, con le macchie di colore in movimento che erano i ciclisti dall’alto. Una sola nota stonata: quel “Monte di Bartolo…” ripetuto da tutti più volte (errore riportato anche nei documenti ufficiali del Giro), e non San Bartolo, il fiore all’occhiello della Pesaro verde, che già negli anni passati aveva ospitato il Giro e che ha fatto sobbalzare ogni pesarese davanti la Tv.

 

L'immagine mostrata in Tv al passaggio del Giro su Pesaro

L’immagine mostrata in Tv al passaggio del Giro su Pesaro

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>