Fuoriclasse Festival del Teatro della scuola, 15^ edizione dal 27 al 29 maggio al Teatro della Fortuna Fano

di 

22 maggio 2015

FANO – Dal 27 al 29 maggio, Fuoriclasse colorerà il Teatro della Fortuna della fantasia dei piccoli e grandi allievi delle scuole del territorio. Tanti i temi affrontati dai ragazzi, sotto la guida dei loro insegnanti e/o coadiuvati da operatori teatrali: dalla famiglia, all’amicizia, alla magia, senza dimenticare i temi sociali come la guerra, l’energia e le stragi in mare.

“15! Il festival del teatro della scuola quest’anno festeggia la sua adolescenza. – commenta il responsabile artistico e coordinatore della manifestazione Fabrizio Bartolucci – Quindici anni vissuti nella convinzione che il teatro è il luogo dove una comunità liberamente riunita si rivela a se stessa ed elabora la propria identità attraverso il rito laico della rappresentazione. Con questo spirito è nato Fuoriclasse e grazie all’attenzione di insegnanti, operatori, e soprattutto del pubblico, è cresciuto fino a diventare un appuntamento atteso per il Teatro nella nostra città. Un ventaglio di proposte spettacolari che rimandano alla pluralità del fare teatro ma che trovano un comune denominatore nella freschezza e nell’energia dei giovani e giovanissimi interpreti . Una testimonianza di vitalità e la conferma della necessità di questo progetto di sensibilizzazione e promozione dell’attività teatrale nelle scuole del nostro territorio.”

Migliaia di bambini e ragazzi in questi anni, grazie al festival, hanno avuto l’occasione di confrontarsi con la complessità del linguaggio teatrale e di calcare un palcoscenico quale quello del teatro della Fortuna. Sono nate così, anche con il contributo di Teatro Linguaggi che coordina la manifestazione, progetti e laboratori che oggi ottengono riconoscimenti anche in ambito nazionale.
Fuoriclasse è una importante occasione pedagogica, la dimostrazione “aperta” di un lavoro prezioso che ogni bambino, ogni ragazzo, attraverso il teatro – accompagnato dagli operatori e dagli insegnanti – fa su se stesso, sulla complessa costruzione della propria personalità. Un lavoro che merita, sempre, un grande rispetto.

“Tra le deleghe del mio mandato c’è anche quella per la Città dei Bambini, – afferma il Sindaco di Fano Massimo Seri – a cui tengo particolarmente per pensare la città sotto forma di un futuro plausibile per le nuove generazioni. Fuoriclasse fa parte di questo substrato culturale per una città proiettata a i cittadini del domani. Un modo quindi di pensare e produrre cultura a dimensione di bambino.”

Grande soddisfazione anche da parte dell’ass.re Mascarin: “Dopo diversi anni non solo il festival continua a crescere, ma anche il numero delle scuole aumenta insieme al riconoscimento fuori dall’ambito fanese. La collaborazione con il Cremi rafforza il valore educativo di questa iniziativa, in un percorso che ha reso possibile la collaborazione tra culture diverse. Ormai il 10 % degli studenti è di origine straniera e uno degli spazi di incontro è proprio Fuoriclasse, che ha prodotto proposte culturali molto valide che danno l’idea e il senso di una città che non solo cambia ma è consapevole di questi cambiamenti ed è in grado anche di valorizzarli.”

Un ringraziamento particolare, da parte di Fabrizio Bartolucci va alla Fondazione Teatro della Fortuna che ogni anno per 3 giornate ospita le rappresentazioni, e a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di Fuoriclasse, dal LABTER Citta dei Bambini al CREMI ma soprattutto ai dirigenti, gli insegnanti, gli operatori, i genitori e i ragazzi, futuri artisti e fruitori del teatro di domani.

Da mercoledì 27 a venerdì 29 maggio, dalle ore 20.30 Fuoriclasse sarà in scena al Teatro della Fortuna di Fano. Nella serata finale è prevista la consegna degli attestati di partecipazione alla presenza delle autorità della nostra città.

Di seguito il programma dettagliato delle 2 serate.

Costo biglietti: € 5,00 ragazzi e € 8,00 adulti
Info botteghino:
teatro della fortuna , piazza xx settembre,1 – Fano tel. 0721.800750
orario di apertura: (escluso domenica) dalle 17,30 alle 19,30, mercoledì e sabato anche dalle 10,30 alle 12,30.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>