Vince sempre lui. In realtà manomettevano le slot per rubare i soldi: in manette due rumeni

di 

22 maggio 2015

FANO – La tecnica era già stata usata: mandavano in tilt le slot machine, sottraevano le monete e poi se le facevano cambiare negli stessi bar in cui avevano compiuto i furti dicendo di aver vinto.  In manette due rumeni, il “vincitore” e il palo, rispettivamente di 30 e 50 anni, colti in flagranza di reato dalla polizia: per loro una condanna a un anno e quattro mesi, più una multa da 600 euro, ma sono stati subito rilasciati. L’allarme è partito dal Bar Badioli di via Roma: in breve tempo i due gli avevano sottratto 1300 euro ma in realtà mancherebbero all’appello 10 mila euro.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>