Fantastico Volley Pesaro: è serie A2. Battuta Cisterna anche in gara 2. La soddisfazione di Sorbini

di 

23 maggio 2015

OMIA VOLLEY CISTERNA – VOLLEY PESARO 1-3
OMIA VOLLEY CISTERNA: Liguori R., Centi, Bonciani, Diomede, Zanin, Orsi, Marinelli, Vittozzi, Liguori D., De Angelis, Bertiglia. All.: Droghei
VOLLEY PESARO: Spadoni, Salvia, Zannini, Sestini, Concetti, Di Iulio, Battistelli, Bellucci, Battistoni, Bordignon, Mezzasoma, Babbi. All.: Bertini
ARBITRI: Autuori, Bonafiglia
PARZIALI: 22-25; 25-13; 21-25; 19-25

Volley PesaroCISTERNA (Latina) – “Questa promozione è di tutta Volley Pesaro” commenta così un felicissimo Giancarlo Sorbini il successo della sua squadra al termine della partita. Finalmente si può dire: è serie A2. Volley Pesaro ha battuto l’Omia Volley 88 Cisterna anche in trasferta, conquistando una promozione più che meritata.  Garadue finisce 1-3 per le ragazze di Bertini, che solo nel secondo parziale lasciano campo alle padrone di casa. Per il resto è una gara quasi a senso unico, con Cisterna che riesce a tenere il ritmo di Babbi e compagne solo nella prima parte dei set. Un cammino grandioso quello di Volley Pesaro, che chiude la stagione con due sole sconfitte all’attivo (peraltro ininfluenti ai fini della classifica). A Cisterna, in un campo caldissimo con oltre 600 tifosi – un centinaio pesaresi – le ragazze di Bertini hanno compiuto l’ultima e decisiva impresa, riportando Pesaro in serie A.

“E’ stata una serata di sofferenza per me, ma adesso posso esultare -continua Sorbini – Sono contentissimo, è una promozione meritata per il lavoro svolto da tutto il gruppo”.

Sorbini torna così presidente di serie A, dopo la rinuncia della massima serie fatta due anni fa: “Sono co-presidente, io e Barbara faremo una A per uno – scherza – questa promozione è la ciliegina sulla torta che valorizza tutto il nostro movimento. Non avrebbe avuto senso puntare alla A senza un settore giovanile valido”.

Sorbini continua: “Aver conquistato la promozione sul campo premia le scelte fatte due anni fa. Ce lo siamo meritati. E un grazie doveroso va a Barbara e alla sua caparbietà. C’è tanto di lei in questa promozione”.

La cronaca della partita

In un palazzetto gremito in ogni ordine di posto, Bertini scende in campo con il solito sestetto: Di Iulio e Mezzasoma, Babbi e Bellucci, Salvia e Sestini. Libero Zannini.  Il primo set è equilibrato fino  al secondo time out tecnico, poi è Pesaro, trascinata da Bellucci, Salvia e Di Iulio, a prendere in mano il gioco. Cisterna prova a rifarsi sotto, ma Volley Pesaro impedisce il ritorno delle avversarie. Finisce 22-25 per le ragazze di Bertini. Il secondo parziale è da incubo per le pesaresi. Cisterna parte subito forte e, grazie anche ad una Liguori Roberta  in gran spolvero,  arriva al primo time-out tecnico avanti 8-4. Ma Pesaro non ci sta e con un parziale di 5-3 si riporta sotto (9-11). La squadra di Bertini però è molto fallosa e due attacchi fuori (uno senza muro) di Mezzasoma e Salvia non consentono l’aggancio. Cisterna vola via grazie a una difesa granitica, che le consente di portarsi avanti 19-11. Neanche l’ingresso di Concetti per Mezzasoma  cambia il corso del set. Bertiglia al servizio mette in crisi la ricezione di Pesaro, e Cisterna riapre la partita (25-13). Nel terzo parziale Pesaro riordina le idee. Con Mezzasoma  a tratti incontenibile si  porta sul +3 (9-6). Cisterna impatta sul 12 pari con Bertiglia ma ci penso Sestini in battuta e Babbi (3 punti di fila) a riportare Pesaro sul + 4 (16-12). Cisterna non molla e, sempre con Bertiglia al servizio, mette a segno un parziale di 3-0. Pesaro  non ci sta e, complice anche qualche errore di troppo in attacco di Cisterna, torna sul + 4 (21-17). Il finale di set è sofferto, ma le ragazze di Bertini hanno la forza e la determinazione di chiudere sul 25-21. Volley Pesaro vuole chiudere la serie. Il quarto set è giocato punto a punto, con Belluci e compagne che provano diverse volte l’allungo decisivo (sul 13-10 e sul 18-15). Cisterna prova a rispondere colpo su colpo alle pesaresi, ma a metà parziale è costretta a sostituire Liguori Deborah per infortunio ( al suo posto De Angelis). Il traguardo è vicino, sul 18-22 un errore di Pesaro costringe Bertini a chiamare il time-out. Al rientro in campo c’è solo Pesaro e ci pensa la solita Babbi a siglare il punto promozione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>