L’Arte Sprigionata: a Pesaro 3 e 4 giugno s’incontrano carcere e città

di 

25 maggio 2015

La conferenza stampa de L'Arte Sprigionata

La conferenza stampa de L’Arte Sprigionata

PESARO – “Dentro la pena, la pena dentro”. E’ prevista per il 3 e 4 giugno prossimi a Pesaro la 12esima edizione de L’Arte Sprigionata, manifestazione che si fa luogo d’incontro tra carcere e città.

Durante l’anno detenute e detenuti della casa circondariale di Villa Fastiggi di Pesaro dedicano il loro impegno all’approfondimento di un tema, producono narrazioni, spettacoli teatrali, realizzazioni artistiche e artigianali, poesia, film. Tali attività si svolgono con il contributo di persone della comunità esterna. Vengono poi condivise con la città attraverso un evento che nasce dalla lunga collaborazione tra il carcere e la biblioteca San Giovanni e dalla continua e proficua attenzione dell’Amministrazione comunale, sancita da una convenzione a tre (carcere – Comune – biblioteca) sottoscritta il 18 dicembre 2003 e arricchita di anno in anno di nuovi contenuti.

L’edizione 2015 vedrà uscire dal carcere non solo i detenuti ma anche una cella. Sarà, infatti, ricostruita una cella detentiva a dimensioni reali e arredata fedelmente rispetto all’originale, che si potrà visitare.

Dopo aver toccato temi come la poesia, il viaggio, i migranti, per fare qualche esempio, l’Arte Sprigionata affronta e propone, quest’anno, un argomento scottante, ostico e attualissimo: la pena verso una diversificazione all’interno del sistema sanzionatorio.

Il programma in .pdf de L’arte sprigionata 2015.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>