Elezioni regionali, Renato Claudio Minardi (PD) incontra associazioni e volontariato: “Sul welfare ci vuole una programmazione che guardi ai nuovi bisogni e alle nuove povertà”

di 

26 maggio 2015

Renato Claudio Minardi incontra il mondo del volontariato e delle associazioni

Renato Claudio Minardi incontra il mondo del volontariato e delle associazioni

FANO – “Sul welfare è necessaria una programmazione a livello regionale che guardi ai nuovi bisogni e alle nuove povertà: è necessario restituire quei fondi che negli ultimi anni sono stati tagliati”. Un concetto chiaro, espresso l’altro pomeriggio da Renato Claudio Minardi, candidato fanese del Partito Democratico al Consiglio regionale, ai rappresentanti del mondo dell’associazionismo e del volontariato.

La platea composta da esponenti del mondo del volontariato e delle associazioni

La platea composta da esponenti del mondo del volontariato e delle associazioni

Al caffè Darderi, con Minardi c’erano l’onorevole Alessia Morani e l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Fano Marina Bargnesi. Platea affollatissima, con esponenti di L’Africa chiama, Associazione albanese a Fano, Domomia associazione famiglie monogenitoriali, NONDASOLA-associazione femminile per il benessere psicofisico, FiordiLoto-associazione di donne operate al seno, Liberamente, Caritas, Opera Padre Pio (servizio mensa e prima accoglienza alle povertà estreme della città), Punto Macrobiotico, Acof, AFMA, Associazione familiari malati Alzheimer, ENS-ente nazionale sordi, oltre a figure di rilievo della sanità territoriale, del sindacato, dell’azienda ospedaliera Marche Nord e di Aispod-associazione sportiva per disabili.

“Il settore risente fortemente dei tagli regionali – ha detto Minardi rivolgendosi ai rappresentanti delle associazioni e del volontariato intervenuti – Da oggi si apre un dialogo con voi che è solo il punto di partenza. Bisogna considerare quelli che sono i nuovi bisogni e le nuove povertà, snellendo quei processi burocratici che a volte scoraggiano anche le operazioni più virtuose. Se sarò eletto in Regione, questo tavolo diverrà permanente, in modo che lo scambio di idee e progetti tra le istituzioni e il vostro mondo sia costante nel tempo. Il volontariato è la spina dorsale della società. Porterò la vostra voce in Regione: ai tavoli dove si decide è indispensabile avere un rappresentante di Fano”.

Apprezzato l’intervento dell’onorevole Alessia Morani, che ha applaudito la legge regionale sull’autismo, anche se si è detta convinta della necessità che abbia dei piani attuativi: “Va rivisto l’intero sistema del welfare perché negli ultimi anni i bisogni e le esigenze delle persone sono cambiate”.

Renato Claudio Minardi e l’assessore comunale Marina Bargnesi si sono infine dichiarati d’accordo su quanto affermato da Vito Inserra di Liberamente: “E’ giunto il momento di aggredire le disuguaglianze che fanno dell’Italia un Paese ingiusto, attraverso una sana redistribuzione che rilanci l’economia di mercato, i consumi e il lavoro”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>