L’Olimpia non ce la fa: Viareggio vince di 12 punti, ribalta il -5 dell’andata e conquista la promozione in A2

di 

28 maggio 2015

Pall. Femm.VIAREGGIO – Olimpia PESARO 49-37
Pall. Femm.VIAREGGIO: Tamagnini 4, Sinagra A., Giambastiani, Cante, Cotalini 6, Bindelli 13, Belli, Tripalo 14, Collodi 9, Sinagra R. 3, Braccini. – All. Giannelli
Olimpia PESARO: Biagini 10, Federici 3, Barulli 12 Gjinaj, Radi, Monti 3, De Scrilli, Magi 3, Pentucci 6, Goffi, Cancellieri, Canestrari. All. Tonucci – Vice Tartaro
ARBITRI: Ucci di Moncalieri (To) e Morani di Rivoli (To)
PARZIALI: 12-7, 22-14, 39-25

 

Foto Olimpia-Viareggio

Foto Olimpia-Viareggio

PESARO – Grazie, grazie ragazze e staff per quanto fatto in questa stagione sportiva. Dispiace perdere una finale, dispiace perdere per differenza canestri, ma la sconfitta dell’ultima gara non deve cancellare la soddisfazione di aver disputato un’ottima stagione.

Non dobbiamo dimenticare da dove siamo partiti; ad agosto lo Sport’s School aveva rinunciato alla A3 ed era praticamente una società “finita” e l’Olimpia era fresca di promozione in Serie B.

C’era la volontà di esserci; pur in presenza di difficoltà e di poche certezze c’era la volontà di disputare il Campionato Senior conquistato sul campo. Non abbiamo fatto promesse e proclami, c’è chi ha deciso giustamente di giocare in categoria superiore, c’è chi ha deciso di non far parte della squadra, c’è chi abbiamo perso per strada, ma abbiamo superato le difficoltà e gli infortuni e abbiamo giocato una stagione da protagonisti; ad agosto chi avrebbe scommesso che avremmo giocato fino al 23 maggio?

Nella prima fase abbiamo sofferto con le squadre umbre, poi Roseto doveva “ammazzare” il campionato, ma in testa alla griglia dei play-off ci siamo presentati noi dell’Olimpia Pesaro. Gualdo e Roseto le abbiamo perse al 1° turno dei play-off, play-off che peggio non potevamo iniziare con il -17 rimediato a Roma; poi l’orgoglio, la voglia di esserci ancora ci ha permesso di compiere l’impresa e battere nella gara di ritorno Roma di 18 punti dopo un tempo supplementare; in semifinale abbiamo giocato a Bari, trasferta complicata, una delle nostre migliori partite e dopo essere stati a lungo in vantaggio abbiamo perso di soli 2 punti; nella gara di ritorno non c’è stata storia, vittoria netta per 71 a 45 e conquista della finale.

La FINALE contro Viareggio è ancora “fresca” nei nostri ricordi, abbiamo incontrato una buona squadra, fisicamente più forte e con due ottime giocatrici: Tripalo, riferimento e collante di tutta la squadra, presente in difesa, pronta e precisa quando serviva segnare; Bindelli realizzatrice sia dalla media che dalla lunga distanza.

Dopo il +5 dell’andata, e forse qui possiamo recriminare di aver sciupato l’occasione per vincere con un margine più ampio, abbiamo giocato a Viareggio consapevoli delle difficoltà che avremmo trovato: avversaria con un gioco molto aggressivo, campo (pallone) piccolo e con un pubblico molto caldo. Purtroppo in questa ultima gara non siamo (ragazze e staff) riusciti a trovare le soluzioni per superare le difficoltà e Viareggio ha vinto con merito per 49 a 37 ribaltando la differenza canestri dell’andata.

La cronaca della gara ha visto l’Olimpia subito in difficoltà in attacca con Viareggio capace di bloccare Biagini e Pentucci; Viareggio come in gara 1 impone la sua maggior presenza fisica, domina a rimbalzo e difende bene; ma la difesa è qualcosa presente anche nel dna delle ragazze dell’Olimpia e quindi anche Viareggio fatica in attacco. Il punteggio si mantiene basso e in sostanziale equilibrio nei primi due quarti anche se è la squadra di casa sempre in vantaggio a fare la gara. Nella ripresa lo strappo decisivo con Viareggio pronta ad approfittare del calo delle ragazze pesaresi e a chiudere il terzo quarto sul +14. L’Olimpia non ne ha più, solo Barulli cerca di tenere la gara ancora viva ma Viareggio è lucida e conquista la vittoria della promozione in A2.

Grazie, grazie ragazze e staff. Grazie anche per aver dato entusiasmo alle ragazze delle squadre giovanili e del minibasket .

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>