Palazzo Gradari accende le luci e si anima con Grà, Ricci: «Avanti con ‘Pesaro viva’»

di 

28 maggio 2015

L'opening del Grà

L’opening del Grà

PESARO – Il cortile animato accende le luci: è opening party per Grà, il nuovo locale di Palazzo Gradari che punta su «location suggestiva, musica selezionata, eventi culturali continui, cibi e sapori di qualità». Giuliano Antinori, motore della società che si è aggiudicata il bando per la concessione in uso dei locali di via Rossini, di proprietà del Comune, per sei anni (canone confermato a 12mila e 500 euro all’anno, ndr), anticipa che sarà mix di «ristorazione e street food regionale, enoteca e cocktail bar, spazio creativo». Un contenitore che non vuole fermarsi alla partenza già sostenuta del weekend (nell’ordine: jazz live con Welcome to the Django, Cubi dj set, From Pesaro with love aftershow): «Giovedì 4 giugno – annuncia – ospitiamo il pianista brasiliano Marcelo Cesena. Suonerà per la raccolta fondi destinata alla onlus Jonas, nell’ambito dell’evento La bellezza ferita. Ma in cantiere abbiamo appuntamenti per target di ogni tipo. Oltre a serate in collaborazione con le principali manifestazioni cittadine, dal Rof a Popsophia». La novità è la ‘cucina ad induzione’, ad alimentazione elettrica, che consentirà l’ampliamento del bacino di attività rispetto al passato.

Per il sindaco Matteo Ricci, affiancato dall’assessore Enzo Belloni, un altro mattone per la ‘Pesaro viva’, dopo Mercato delle Erbe e cortile di Palazzo Ricci (in procinto di apertura dopo bando relativo): «C’è il rilancio di Palazzo Gradari come elemento di attrazione – commenta -. Ma anche l’azione per rivitalizzare il centro nel suo complesso, per ristrutturare l’ economia. La nostra scelta è stata mettere a disposizione il patrimonio comunale in centro, quando possibile, per incentivare la nascita di attività. Iniziativa che si abbina, in generale, all’azzeramento delle tasse comunali, per tre anni, alle nuove imprese». Inciso: «Una città è più sicura se è più vivace. Per Grà è importante la collaborazione con le attività culturali pesaresi: un progetto di qualità, con un nome azzeccato e accattivante, che sicuramente richiamerà tante persone nel cuore della città».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>