Casinina come in un film: 30 mila api invadono una palazzina seguendo la “regina”. LE FOTO

di 

30 maggio 2015

CASININA DI AUDITORE – Era un tranquillo sabato pomeriggio. Alle 17:30 circa l’inferno, quando dal fondo di via Risorgimento è arrivato uno sciame di api, circa 30mila all’origine. In gruppo, forse inseguendo la Regina, le piccole operaie sono entrare all’ultimo piano di una palazzina, nel cassettone di una finestra.

Cosa fare? Per strada diverse persone sono rimaste con il naso all’insù, non solo bambini, per ammirare questo insolito spettacolo; nel frattempo è stato avvertito un apicoltore per far ritrovare la loro amata Regina alle piccole api.
Con l’intervento di Mauro, l’apicolture, si è cercato di fare uscire all’esterno l’ape Regina per far sì che lo sciame si ricompattasse per poter tornare la proprio alveare o trovarne uno nuovo. Le api sono uscite, disorientate, volando in alto e adagiandosi su vasi, fioriere e ringhiere, ma della Regina nemmeno l’ombra. Dopo un’ora è sempre più certa la morte della stessa: a confermarlo le diverse agonizzanti a terra.
L’ape Regina infatti potrebbe essere rimasta nel cassettone ed essere morta, potrebbe anche essere stata uccisa dalle proprie suddite, come avvenne nella Rivoluzione Francese, perché ritenuta la responsabile del trambusto. Una cosa è certa: niente Regina, niente miele. E nemmeno una nuova casa, perché verrebbero cacciate da un’altro alveare, potrebbero tornare al loro alveare ma solo se la vecchia Regina fosse ancora viva.
Purtroppo l’esito per i circa 30mila esemplari è triste, la maggior parte sono a terra, morte.
Importante quando ci si trova in situazioni simili non uccidere mai questi insetti e chiamare un’apicoltore esperto che provvederà a farle tornare nella loro casa, o trovargliene una nuova. Sono esseri in grado di vivere e generare un equilibrio pressoché perfetto. Ricordate la frase attribuita ad Albert Einstein: “Se le api scomparissero dalla terra, per l’uomo non resterebbero che 4 anni di vita”.
Per rimanere in tema storico, e vista la giornata pre regionali 2015, forse potrebbe essere considerato un segnale? Un po’ come l’invasione delle cavallette nelle 10 piaghe d’Egitto? Vedremo cosa succederà il prossimo lunedì.

LE FOTO:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>