Tra “Scavo” e Consultinvest. Tutti i retroscena della scelta più logica

di 

30 maggio 2015

Era la scelta più logica. La Victoria Libertas e la Consultinvest hanno rinnovato la loro partnership, con la società di investimenti con sede a Modena che ha deciso anche per il 2015-16, di mettere il proprio marchio sulle canotte della Vuelle, con una cifra simile a quella dell’anno scorso (330.000 euro più iva), destinata ad aumentare in caso di incremento di fatturato strada facendo, ossia, in parole povere, se le altre società del Consorzio decideranno di affidarsi nei prossimi mesi alla Consultinvest per i loro investimenti. Ma non finisce qui, perché l’accordo è stato fatto fino al 2020, con un contributo crescente anno per anno, fino ad arrivare a 650.000 lordi, anche se non è vincolante, perché in caso di arrivo di uno sponsor più remunerativo, sarebbero pronti a farsi da parte e lasciar spazio al nuovo arrivato.

Vitolo, Scavolini e Ricci

Vitolo, Scavolini e Ricci

Non stiamo parlando di cifre stratosferiche, ma la conferma della sponsorizzazione era il primo passo da compiere sul lungo cammino che dovrà riportare la Victoria Libertas nella parte nobile della classifica, lontana finalmente dagli ultimissimi posti che hanno caratterizzato le ultime tre travagliate stagioni, un primo mattoncino messo da Ario Costa e da Luciano Amadori su una strada che rimane in salita, ma che sembra meno ripida, avendo la sicurezza di poter contare su un main sponsor che ha capito come la pallacanestro sia un importante mezzo per farsi conoscere a livello nazionale, specialmente in una realtà come quella pesarese che ha continuato a portare 4.248 spettatori di media ogni domenica anche nella stagione appena conclusa, dove Pesaro ha vinto solamente 4 delle 15 partite disputate all’Adriatic Arena.

Naturalmente, ancora il 90% dei tifosi continua a chiamare la Vuelle “Scavo”, inevitabile dopo 35 anni ininterrotti di sponsorizzazione, ma parlando di basket ogni giorno con tantissime persone differenti, abbiamo constatato che il nome Consultinvest ha cominciato a fare capolino nei discorsi della gente e un secondo, terzo, quarto anno di abbinamento, non potrà che giovare alla diffusione del nome del nuovo sponsor, con l’aiuto magari anche dei mezzi di informazione che, invece di mettere il nome Vuelle nei titoli degli articoli e nelle varie locandine in giro per le edicole, potrebbero iniziare ad usare il marchio Consultinvest con maggiore frequenza, mentre a livello nazionale, dovranno essere i risultati sportivi a diffondere lo sponsor, magari con passaggi televisivi più frequenti rispetto ai soli sette – su trenta – di quest’anno.

Esattamente 12 mesi fa, la Victoria Libertas diffondeva il comunicato che, pur tra mille difficoltà, era riuscita a completare l’iter per l’iscrizione al campionato, ad un anno esatto di distanza, non si naviga nell’oro, ma si riparte con qualche certezza in più, sia a livello economico che di formazione, con i rinnovi ormai imminenti di coach Paolini, di Nicolò Basile e Peter Lorant, nei prossimi giorni si cercherà di non perdere nessun pezzo del Consorzio, confermando le 16 imprese che già ne fanno parte e cercando di inserirne altre tre o quattro, per arrivare ad una base di 20 aziende che garantirebbero una certa tranquillità economica alla Consultinvest Pesaro versione 2015-16.

PER leggere le dichiarazioni dei vertici Consultinvest e sapere le cifre alla base del nuovo accordo clicca qui

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>