Antonio Baldelli, il quarto più votato delle Marche è fuori dal Consiglio regionale: “Colpa di una legge elettorale iniqua. Grazie comunque ai 4.850 che mi hanno scelto”

di 

1 giugno 2015

Antonio Baldelli

Antonio Baldelli

PERGOLA – Il paradosso Antonio Baldelli. Si può essere il candidato consigliere più votato delle Marche dell’intero centrodestra e non riuscire a entrare in Consiglio regionale? Sì con questa legge elettorale, che – come dicono tutti i detrattori – penalizza le persone per favorire i partiti.

All’avvocato pergolese che nonostante la giovane età vanta una certa esperienza politica, candidato di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale su richiesta esplicita della presidente nazionale Giorgia Meloni, non sono bastate ben 4.850 preferenze che ne hanno fatto il quarto politico più votato dell’intera regione Marche, considerando tutti gli schieramenti politici.

“Un grande onore quello che mi hanno conferito i cittadini, che con il loro voto mi hanno riconosciuto coerenza e onestà politica – la spiegazione del day after di Antonio Baldelli – D’altra parte va detto che sono ovviamente dispiaciuto per non essere entrato in Consiglio regionale, essendo stato penalizzato da una legge elettorale dove i primi diventano gli ultimi, e gli ultimi vengono eletti. E questa, senza timore di smentita, è la negazione della democrazia e della politica”.

Da dove ripartire? “Sicuramente dai quasi 5.000 voti – risponde Baldelli – che dimostrano come gli elettori della nostra provincia mi hanno conferito l’incarico di ricostruire quel centrodestra che è stato distrutto dai soliti noti. Da personaggi che hanno portato avanti inciuci vari, come dimostrato da Forza Italia che adesso era alleato con Spacca, dopo aver appoggiato Ricci e Ucchielli alle ultime elezioni provinciali. Bisogna liberare il centrodestra dai tanti doppiogiochisti che hanno portato allo sfascio”.

“Ringrazio gli elettori – ha chiosato Antonio Baldelli – tutti coloro che mi hanno sostenuto ed aiutato in questa bellissima campagna elettorale in cui ho trovato tanti nuovi amici, riscuotendo stima e fiducia nella mia attività politica”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>