Da Pesaro ad Ancona, Andrea Biancani sbarca in Regione: “A disposizione di Ceriscioli, lavorerò per la sanità”

di 

2 giugno 2015

Andrea Biancani

Andrea Biancani

PESARO – A Pesaro, alle scorse elezioni comunali, si era meritato l’appellativo di mister Preferenze. Stavolta il 44enne democratico Andrea Biancani ha fatto di meglio, arrivando in Consiglio regionale con 5.320 preferenze che ne fanno il più votato a livello provinciale e il secondo assoluto in tutte le Marche.

“Un bellissimo risultato – commenta il giorno dopo le elezioni – Provo grande contentezza e felicità che voglio condividere coi tantissimi volontari, iscritti al PD e non, che hanno lavorato benissimo in una campagna elettorale che è stata soprattutto di ascolto, a contatto diretto con la cittadinanza per conoscere i problemi, le esigenze, i bisogni”.

Adesso il grande salto ad Ancona. “Proprio così. E non è una cosa da poco visto che sono stato l’unico consigliere eletto, sia dalla maggioranza che dall’opposizione, nella città di Pesaro. Metterò grande entusiasmo in questa nuova avventura in Regione, che mi costringerà a dimettermi da assessore comunale all’Operatività”.

Ma Biancani si aspetta un’Assessorato? I numeri dicono che potrebbe essere una speranza fondata, anche se qualcuno dice che il fatto di essere pesarese come il neogovernatore Ceriscioli lo penalizza un po’. “Spetterà a Luca decidere cosa fare di Andrea Biancani – commenta – Sono stato eletto per fare il consigliere ma resto a disposizione. Quel che è certo è che lavorerò per il territorio, fermo restando che la priorità rimane la questione sanità. L’impegno dovrà essere quello di capire dove fare l’ospedale unico fra Pesaro e Fano per poi realizzarlo il prima possibile”.

Ed è chiaro che, con un governatore pesarese come Luca Ceriscioli, con Andrea Biancani che è pesarese doc e col fanese Renato Claudio Minardi, che ha fatto pure lui il pieno di voti, in tal senso si parte avvantaggiati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>