Expo chiama. E noi rispondiamo: negli stand di Rho sbarca oggi un pullman di autorità pesaresi. Presenti anche la Coldiretti e il Carnevale di Fano

di 

3 giugno 2015

Expo chiama, la provincia di Pesaro risponde. Oggi, in terra milanese, arriva un pulmino della Camera di Commercio carico di autorità e giornalisti pesaresi (anche pu24.it sarà presente con Francesco Pierucci). Tra gli altri segnaliamo la presenza del direttore di Confcommercio Amerigo Varotti, del sindaco di Pesaro Matteo Ricci e del neo consigliere regionale Renato Claudio Minardi. Pesaro chiama, Expo risponde: in questi giorni, negli stand di Rho, grande spazio sarà dedicato a vernici e tinture realizzate con gli scarti vegetali, una Dop pregiata come quella dell’olio di Cartoceto che vuole allargarsi sempre più, un focus sul biologico e un menù dedicato alla carne di marchigiana. Sono alcune delle iniziative, promosse da Coldiretti Marche, che apriranno oggi l’Expo degli agricoltori marchigiani, nella settimana dell’Orgoglio Italia. L’appuntamento è al Padiglione Coldiretti all’interno del Cardo e nel roof garden “Farmers inn” di Campagna Amica.

Il selfie: tutti in viaggio per Expo. Varotti, Ricci e Minardi

Il selfie: tutti in viaggio per Expo. Varotti, Ricci e Minardi

Non solo: oggi è anche il giorno del Carnevale di Fano all’Expo. Il pubblico nazionale e internazionale conoscerà, alle ore 18 e alle ore 21, con due sfilate per il Cardo e il Decumano, tutta la grande bellezza del carnevale fanese con la Musica Arabita, la Pandolfaccia, Miss Fano e Miss Carnevale, i New Latin Academy. Non mancherà l’ormai famoso “getto” di dolciumi perfettamente in tema, se vogliamo, con il tema di Expo 2015. Mancheranno solo i carri veri e propri (impossibile portarli all’interno di Expo, anche se saranno distribuite centinaia di cartoline esplicative) ma per patron Cecchini e Fano sarà un grandissimo risultato in una vetrina unica.

La settimana del padiglione Coldiretti, nella giornata dell’Expo dedicata alle Marche, si apre con un focus dedicato all’olio dop Cartoceto.

La delegazione di Cartoceto con il sindaco Rossi

La delegazione di Cartoceto con il sindaco Rossi

Relatore del tavolo tecnico il presidente del Consorzio di Tutela, Emilio Berloni, che ha evidenziato la necessità per gli olivicoltori di assumere un carattere di imprenditorialità coniugata nel minimo comune multiplo della realtà del Consorzio, affinchè si possa giungere all’obiettivo di un’unica strategia di valorizzazione del prodotto, si possa assumere una politica di marketing efficace e che, attraverso un’entità specifica, ci si doti di un frantoio unico.
Presente ovviamente anche il presidente regionale di Coldiretti, Tommaso Di Sante, che ha posto l’accento sul prossimo allargamento dell’areale della Dop Cartoceto, dalla Valle del Cesano, alla Valle del Metauro, fino alla Valle del Foglia, proprio per centrare gli obiettivi richiamati dal presidente del Consorzio, Berloni.
Un focus specifico sulle potenzialità di Cartoceto è stato poi fatto da uno dei testimonial della Regione Marche per Expo, il produttore di olio e formaggi, Vittorio Beltrami, che ha lanciato l’idea, concordata e promossa insieme all’Amministrazione, di recuperare le tipologie storiche di olivo per realizzare “La Via dell’Olio”, attrazione turistica ed area didattica al tempo stesso.
“Sono molto orgoglioso di aver aperto la settimana del padiglione Coldiretti, nella giornata di Expo dedicata alle Marche, proprio con l’eccellenza della Dop Cartoceto”, commenta il sindaco di Cartoceto Enrico Rossi, presente assieme al consigliere delegato all’Agricoltura, Aleksiej Giardini.
“Una Dop che vorrei ricordare – prosegue il sindaco Enrico Rossi – ad oggi ricomprende anche i territori dei comuni di Fano, Saltara, Serrungarina e Mombaroccio. Tra pochi giorni si riunirà il consiglio direttivo del Consorzio di Tutela che dovrà approvare l’ulteriore allargamento dell’areale. Seguirà l’iter autorizzativo della Regione Marche alla quale faccio sin d’ora un appello affinché sia più celere possibile, perché solo attraverso la forza dei numeri degli agricoltori riusciremo a mettere in campo la valorizzazione del prodotto e la correlata promozione agroalimentare di gran parte del territorio provinciale”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>