Urbino, revocata l’ordinanza che vietava l’uso di pozzi e cisterne di privati

di 

3 giugno 2015

URBINO – E’ stata revocata l’ordinanza sindacale n.3/2014 con cui, a scopo cautelativo, si vietava l’uso dell’ acqua dei pozzi e cisterne privati presenti nel centro storico e zone limitrofe. Il divieto era riferito all’uso uso umano, animale e irriguo.

Il tutto era nato dopo che nel marzo 2013 era stato trovato del gasolio in alcuni pozzi e cisterne del centro storico. La perdita di combustibile era stata identificata come proveniente dal sito “Chiesa Cattedrale di Urbino – Via beato Mainardo n.4”. Nel corso del 2014 si sono susseguiti vari interventi di bonifica, e ora il problema è stata risolto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>