Il debutto di Pesaro alla Notte Rosa. Ricci: “Ci saremo con Zingaretti, San Bartolo, bici e musica”

di 

4 giugno 2015

Ricci alla presentazione della Notte Rosa

Ricci alla presentazione della Notte Rosa

PESARO – Il sodalizio va all’unisono ed è già nel claim, svelato su scala nazionale a Milano, al quindicesimo piano della terrazza-simbolo, con vista Duomo: “I’mpossible. Solo qui tutto è possibile. Riviera Romagnola e Marchigiana”. Il messaggio sotto ai pinguini, insomma, è che nell’anno del decennale la Notte Rosa (venerdì 3 luglio) mette insieme «#170 chilometri. #noncen’èpernessuno!», twitta l’assessore al Turismo dell’Emilia Romagna Andrea Corsini.  Testimonial in fila indiana, capitanati dai campioni dello sci Giorgio Rocca, Giuliano Razzoli, Cristof Innerhofer, “perché a Bellaria si scierà sulla spiaggia” e sul tavolo “centinaia di eventi capaci di accogliere e intrattenere più di due milioni di ospiti (con i big De Gregori, Cristiano De Andrè, Chiara, Dear Jack, De Piscopo, Barbarossa; per i bambini Carolina Benvenga e le Winx, ndr)”, si legge nel comunicato firmato da Apt Servizi Emilia Romagna. Con la precisazione: “Con noi anche i territori della provincia di Pesaro: attraverso i loro eventi renderanno il capodanno dell’estate italiana ancora più indimenticabile”.

La presentazione della Notte Rosa: foto Giorgio Salvatori

La presentazione della Notte Rosa: foto Giorgio Salvatori

Sinergia. Dentro Pesaro, insomma, insieme a Gradara e Gabicce, Tavullia, Fano, Mondolfo e Marotta, Senigallia. E tra Matteo Ricci e Andrea Gnassi si replica la sponda, anche nella presentazione milanese: sono loro gli unici sindaci a prendere la parola nella sala conferenze della Terrazza griffata Martini. Il debutto pesarese avviene così: “È una scelta che ci onora – spiega Ricci -, una grandissima opportunità di promozione per la nostra terra. Ed è soprattutto la dimostrazione che c’è chi guarda avanti, con lungimiranza: una generazione che coglie le sfide del futuro superando le logiche dei campanili”. Per cui “la sfida in ambito turistico – prosegue – non si gioca tra Romagna e Marche, ma è sul piano internazionale. La Romagna rimarrà leader nel settore, ma noi dobbiamo crescere in questo campo, non possiamo pensare di poter contare solo sulle industrie”.

Cartellone. Sindaco che poi vira sull’anteprima dell’offerta cittadina, con l’evento di punta affidato a Luca Zingaretti che, in piazzale Collenuccio, alle 22.30, leggerà brani tratti dal Lighea, l’opera breve di Giuseppe Tomasi da Lampedusa. “Ci saremo con le nostre peculiarità. Pesaro punterà fortissimo sulla musica (da Rossini ai confermati Camillas in piazzale della Libertà, ndr) e sulla cultura – con Luca Zingaretti e il suo festival – ma anche sul divertimento in bicicletta, con decine di feste e iniziative lungo la bicipolitana. Le proposte includono naturalmente anche le bellezze del parco San Bartolo e le moto di Tavullia: può essere l’avvio di una collaborazione vera, che già stiamo mettendo in campo con Rimini, sia sulle terre di Piero della Francesca, sia sul fronte dei motori. Non è detto che non si possa ampliare già dal prossimo anno”.

Nel nord delle Marche eventi di ogni genere in programma, tra l’altro, alla Rocca di Gradara, al Castello di Tavullia, nell’Anfiteatro Rastatt di Fano, a Villa Valentina di Mondolfo (info: www.lanotterosa.it). E’ un inizio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>