Pesaro: terminati i ripascimenti delle spiagge, ma c’è un mezzo bloccato nel Genica. Biancani: “Corsa contro il tempo”

di 

6 giugno 2015

PESARO – Terminati i lavori di ripascimento delle spiagge. Ma con imprevisto. Questa notte infatti l’ultimo mezzo impegnato nell’intervento, proprio mentre stava andando via, è rimasto bloccato nei pressi del torrente Genica. A nulla è valso l’intervento del Centro operativo del Comune, che ha chiamato a supporto anche i vigili del fuoco. Il mezzo infatti è rimasto bloccato, e come spiega l’assessore Andrea Biancani “provvederemo a rimuoverlo lunedì prossimo, con il supporto di un mezzo speciale in grado di tirarlo fuori. Ci scusiamo per il disagio creato, ma purtroppo, qualche imprevisto può sempre capitare”.

Foto Dado Nubile

Foto Dado Nubile: L’ultimo mezzo utilizzato negli interventi è rimasto impantanato tra acqua e sabbia mentre stava lasciando l’arenile. Non è bastato l’intervento congiunto dei vigili del fuoco e degli uomini del Centro Operativo. Per rimuovere il mezzo bisognerà aspettare domani l’intervento di un mezzo speciale.

Biancani, tra l’altro ricorda: “Per quanto riguarda il ripascimento delle spiagge, il Comune si è ‘sostituito’ in gran parte alla Regione, mettendoci 100 mila euro, presi dal fondo di riserva di emergenza proprio per riparare i danni provocati dalle forti mareggiate dell’inverno”.

“Negli ultimi anni – ha proseguito – la Regione dava al Comune intorno ai 175mila euro, quest’anno invece soltanto 46mila, quindi abbiamo dovuto aggiungere una cifra adeguata, 100mila euro circa, con un grande sforzo da parte dell’ente”.

I fondi sono stati stanziati una volta approvato il Bilancio (fine marzo), “quindi abbiamo fatto la conferenza di servizi per approvare il progetto per effettuare i ripascimenti (a fine aprile), e successivamente la gara per individuare le ditte. Insomma, abbiamo cercato di accelerare il più possibile i tempi… Ieri infine, è stato portato a termine l’intervento di ripascimento, che è stato importantissimo per garantire la stagione balneare e riavere le spiagge al meglio. Purtroppo questa notte si è verificato questo inconveniente, di cui ci scusiamo ancora”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>