Baldelli: “Sulla sanità Traversini è come un imbonitore da fiera paesana”

di 

8 giugno 2015

“Caro Traversini, più che a un consigliere regionale mi fai pensare a quegli imbonitori da fiera paesana che millantavano di poter guarire tutti i mali, salvo poi rifilare delle grandissime fregature agli incauti acquirenti. Tu rappresenti la casta e i voti con cui sei stato rieletto non sono voti dei cittadini, bensì dell’apparato del tuo partito. Sei stato rieletto con i voti della casta e non puoi più permetterti di continuare ad ingannare i cittadini!”, così inizia la durissima replica di Antonio Baldelli alle recenti dichiarazioni del rieletto consigliere del PD che ha promesso di impegnarsi per la salvaguardia degli ospedali di polo. Baldelli, con le sue 4850 preferenze il candidato regionale più votato del centrodestra e il 4° di tutte le Marche, così prosegue: “Traversini e il PD, senza alcuna vergogna e senza rispetto per i cittadini, affermano di voler salvaguardare quegli stessi ospedali di polo che loro hanno chiuso e trasformato in case della salute, ossia in poco più che cronicari: Cagli, Fossombrone e Sassocorvaro. Promettono pure di mantenere i servizi nell’ospedale di Pergola, servizi che il PD e Traversini hanno chiuso e smantellato ormai da anni, riducendo il nosocomio della Valcesano ai minimi termini”. Il battagliero esponente di Fratelli d’Italia conclude rivolgendo un appello a tutti i cittadini: “Dobbiamo organizzare una rivoluzione democratica che spazzi via la casta e tutti quelli che, come Traversini, vi appartengono. Quelli che, nella regione Marche, hanno distrutto la nostra sanità e le nostre strade. Quelli che, al governo nazionale, hanno introdotto l’Imu sui terreni agricoli, varato una vergognosa legge sulla scuola, quelli che stanno permettendo una immigrazione senza regole e senza controlli”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>