Alex Baldolini si racconta a pu24: “Donington e Portimao stregate ma ora c’è Misano”

di 

9 giugno 2015

Alex Baldolini*

 

Dopo avervi dato “buca” per una gara (Donington) eccomi di nuovo qua per raccontarvi dell’ultimo weekend vissuto in Portogallo sulla pista di Portimao. Facendo un breve riassunto, a Donington abbiamo avuto grandi problemi e ho dovuto affrontare tutto il weekend con un motore in configurazione stock (quindi non preparato e diciamo molto simile a quello di serie) che non mi ha facilitato le cose; in gara poi si è rotto e sono stato costretto a ritirarmi mentre stavo recuperando posizioni avvicinandomi alla top ten. In Portogallo tutto sembrava filare per il meglio, abbiamo migliorato turno dopo turno e siamo sempre stati nelle prime dieci posizioni in tutte le prove; con un bel giro sabato sono riuscito a qualificarmi in 6ª posizione (come a Imola solo che questaa volta non mi hanno penalizzato per delle “sciocchezze” tecniche) ed eravamo davvero a posto per la gara. Il warm up ha confermato le mie sensazioni e con la gomma usata sono riuscito praticamente ad eguagliare il mio best lap fatto registrare sabato nelle qualifiche e ho concluso in 5ª posizione. Per la gara ero teso, sapevo che potevo fare bene, ma sembra che ogni volta debba succedere qualcosa di inaspettato, così faccio fatica ad essere rilassato prima della partenza. Sono partito mantenendo la mia posizione poi dopo un paio di giri ho iniziato a spingere per cercare di superare Rolfo che era davanti a me, ma notavo che la moto non era veloce come al solito; ho fatto finta di non pensarci e ho cercato quindi di mantenere il contatto visto che perdevo terreno in accelerazione e in rettilineo. A circa metá gara ero ormai consapevole che c’era qualcosa che non andava e ho “pregato” la moto di tenere duro fino alla fine perchè avevamo bisogno di concludere la gara dopo due stop consecutivi per problemi tecnici a Imola e Donington. Purtroppo due giri dopo la mia F3 ha detto basta e si è rotta definitivamente e sono stato costretto a parcheggiarla lungo la pista…

Che dire, di certo io e il team non ci meritiamo questo, siamo veloci e i ragazzi si fanno in 4 sia a casa che in circuito per preparare la moto, ma pare che la mia F3 sia estremamente fragile, nonostatnte il nostro grande lavoro, con motori freschi appena revisionati accade l’impossibile e si rompe. Ora torneremo a rimboccarci le maniche per prepararci per la nostra gara di casa a Misano, dove faremo di tutto per farci notare e raccogliere finalmente il risultato del nostro grande lavoro e che sono certo ci meritiamo al 100%. Io e i ragazzi non siamo certo persone che ci arrendiamo facilmente e dopo questo periodo “sfortunato” sono certo che ritorneremo ancora piú forti. Io sono prontissimo e molto carico, perchè il feeling con la moto è ottimo e ogni volta è un piacere scendere in pista, quindi ora ci vuole solo che la moto faccia la brava e mi porti al traguardo della prossima gara! Ci vediamo a Misano, venite a salutarmi se siete in circuito! Ciao!

*Pilota F3

LE FOTO:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>