Expo, l’onorevole Ricciatti (Sel) interroga il ministro Delrio: “Potenziare trasporti ferroviari verso le Marche”

di 

9 giugno 2015

Lara Ricciatti davanti alla Camera dei deputati

Lara Ricciatti davanti alla Camera dei deputati

PESARO – “Inconcepibile che di fronte ad un evento di portata planetaria come Expo il trasporto ferroviario si faccia trovare impreparato”. Lo afferma l’onorevole Lara Ricciatti di Sel, che ha depositato questa mattina una interrogazione parlamentare, rivolta al ministro Delrio, per chiedere di intraprendere tutte le iniziative necessarie per promuovere l’aumento delle corse ad alta velocità da e per Milano con le Marche, per tutta la durata dell’evento.

“Giudico positivamente le indiscrezioni sul ripristino delle fermate di Italo a Pesaro e Ancona per l’estate – aggiunge – ma é necessario che anche Trenitalia faccia la sua parte”.

Le considerazioni della deputata di Sel poggiano anche su una recente analisi di Confturismo-Confcommercio, diffusa nell’edizione 2015 del Forum di Cernobbio, che ha evidenziato come, nonostante negli ultimi sei anni gli arrivi dei turisti stranieri nel nostro Paese siano aumentati di 8 milioni, le entrate valutarie per l’Italia sono significativamente inferiori rispetto alle vicine Francia e Spagna. Secondo l’analisi la causa di tale ritardo, che costerebbe circa 14 miliardi di entrate valutarie, pari a circa 1 punto di Pil, é da ricercare nella mancata valorizzazione di elementi attrattivi, nella scarsa integrazione dei servizi sul territorio e nel deficit infrastrutturale, che insieme determinano l’incapacità di proporre ai turisti stranieri una offerta completa in grado di prolungare il loro soggiorno nel nostro Paese.

“Expo con tutte le sue criticità, che non abbiamo mancato di sottolineare, rappresenta comunque una opportunità per far conoscere l’Italia dei mille borghi, e in questo le Marche hanno davvero molto da offrire con un incredibile mix di mare, arte e gastronomia. Sembra assurdo che ad evento iniziato e con l’estate alle porte non ci sia ancora una risposta adeguata sulla mobilità”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>