Il “made in Marche” sbarca in Bielorussia: a Minsk il primo salone del Mobile italiano

di 

9 giugno 2015

Il segretario della Cna di Pesaro e Urbino, Moreno Bordoni assieme all'Amabasciatore italiano a Minsk, Stefano Bianchi

Il segretario della Cna di Pesaro e Urbino Moreno Bordoni assieme all’amabasciatore italiano a Minsk Stefano Bianchi

PESARO – Dopo la moda, l’enogastronomia ed il mobile. La Bielorussia spalanca le porte al prodotto made in Marche ed in particolare quello della provincia di Pesaro e Urbino. L’11, 12 e 13 giugno si terrà a Minsk la prima edizione del Sam.m.it, il primo Salone del mobile Italiano a Minsk. Organizzato da InterExpo Adriatica, dalla CNA di Pesaro e Urbino in collaborazione con la Camera di Commercio ed Aspin 2000, l’esposizione porterà quindici aziende del mobile e dell’arredamento nella capitale della Bielorussia. Camere, soggiorni, cucine, salotti: ci sarà il meglio del design e della produzione pesarese nel Centro fieristico di Minsk a testimoniare l’interesse e l’attenzione per i manufatti delle aziende mobiliere.

Bordoni a Minsk

Bordoni a Minsk

Ormai tra Minsk e Pesaro si è stabilito una sorta di asse commerciale-istituzionale organizzato dalla CNA di Pesaro e Urbino e benedetto dall’Ambasciatore italiano, Stefano Bianchi. Il tutto è partito da Idee in Moda, la sfilata che ora, in salsa bielorussa, è diventata Moda Italia a Minsk e che è giunta alla sua quarta edizione. E pochi giorni fa, il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, a Minsk in una festa organizzata dall’Ambasciata italiana, le aziende dell’enogastronomia con i prodotti del territorio (olio, vino, tartufi, salumi), della CNA sono state protagoniste indiscusse. A guidare la delegazione pesarese, il segretario della CNA di Pesaro e Urbino, Moreno Bordoni e Riccardo Rossetti e Roberto Antonioli di InterExpo Adriatica. “Ormai siamo diventati il vero punto di riferimento del made in Italy in Bielorussia. Moda, enogastromia ed ora anche mobile e arredamento. L’interesse di questo Paese per la nostra produzione è enorme, così come le opportunità per quelle aziende che vogliono esportare in Bielorussia. Il design, il gusto, l’accuratezza delle nostre lavorazioni sono particolarmente apprezzate. E non è un caso se in questi anni di serio e duro lavoro che come CNA ci siamo guadagnati una grande reputazione diventando il principale referente istituzionale e commerciale”. Lo conferma anche il primo consigliere amministrativo dell’Ambasciata italiana, Ugo Boni, recentemente ospite a Pesaro della Camera di Commercio in un incontro sulle potenzialità offerte alle nostre aziende dal mercato bielorusso.

Bordoni aggiunge. “La cosa sorprendente è anche l’attenzione dei media nazionali per tutte le nostre iniziative. “E’ una grande soddisfazione – aggiunge il segretario CNA – lo spazio che le reti nazionali ci dedicano”. Ed aggiunge: “A Minsk capita ormai che la gente ci fermi per le strade – confessa imbarazzato Bordoni – ma siamo contenti che le nostre aziende abbiano una vetrina così importante e che i nostri prodotti incontrino il gusto del popolo bielorusso”.

Intanto ultimi preparativi per il Sam.m.it, il salone del mobile italiano pronto a decollare e ad attirare l‘attenzione di buyer commerciali, designer e architetti. A coordinare i rapporti a Minsk ci sarà Ruslan Kulakouski, vera e propria autorità nel campo della distribuzione commerciale in Bielorussia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>