Portalettere trova a terra una catena d’oro con 4 medaglie e la riconsegna: il ringraziamento del proprietario

di 

11 giugno 2015

PESARO – Troppo spesso giornali e siti web sono infarciti di brutte notizie. Quando accade qualcosa di buono, però, va menzionato almeno con pari dignità.

E’ il caso di una storia che apprendiamo direttamente da Poste Italiane. Barbara Magnoni, portalettere del centro di recapito di Pesaro alcuni giorni fa, mentre stava consegnando la corrispondenza nella sua zona di competenza, ha trovato su un marciapiede degli effetti preziosi.

Scendendo dall’auto di servizio, ha notato quell’oggetto corredato con alcune medagliette in strada. Ha capito subito che probabilmente era stato smarrito da un residente della zona e ha cercato a chi appartenesse, trovandolo.

Oltre che ringraziarla personalmente, il proprietario – che non citiamo per ragioni di privacy – ha voluto tessere un elogio per il comportamento di Barbara. E così ha preso carta e penna ed ha scritto una lettera indirizzata al responsabile del centro di recapito di Pesaro Gianfranco Patani.

“Pur non essendo vista da nessuno – si legge nella lettera – e non sapendo di chi potesse appartenere la catena d’oro con le quattro medaglie, ha suonato a casa mia e in effetti erano i miei: mi erano scivolati dal collo senza che me ne accorgessi. Ho ritenuto portare questo episodio alla sua conoscenza direttore Patani, e ringrazio ancora per il gesto davvero molto apprezzato”.

“Non ho avuto neanche un attimo di esitazione”, dice la portalettere chiaramente emozionata da questa attenzione, e spiega come alla vista dell’oggetto a terra abbia subito cercato di collegarlo a qualcuno che abitasse nei pressi. “Mi fa molto piacere essere riuscita ad individuare il legittimo proprietario e non nascondo che il ringraziamento così formale da parte del signore sia stato molto gradito e mi abbia fatto veramente piacere. Non me l’aspettavo sinceramente, e ringrazio di cuore io, lui, per la sua gentilezza e la premura con la quale ha trattato questo episodio”. Chapeau. Ogni altro commento è superfluo.

La portalettere Barbara Magnoni

La portalettere Barbara Magnoni

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>