Decreto enti locali, Ricci: «Accolte istanze Anci, ora il rilancio sulle riforme»

di 

12 giugno 2015

PESARO – «E’ un ottimo risultato, raggiunto dopo mesi di trattative». Così il vicepresidente Anci con delega alle riforme e sindaco di Pesaro Matteo Ricci, dopo il via libera del consiglio dei ministri al decreto enti locali. «Grazie al governo, che ha accolto gran parte delle istanze dell’Anci – nota Ricci – e grazie anche al presidente Piero Fassino che, con determinazione, ha sostenuto le posizioni concordate con i sindaci. Ovviamente i problemi degli enti locali rimangono tanti ma oggi, con questo decreto, facciamo un passo avanti nella direzione giusta». Bene, secondo il sindaco di Pesaro, «il fondo di compensazione Imu e Tasi (per il 2015 contributo di 530 milioni di euro, ndr)», così come «la rinegoziazione dei mutui contratti con Cassa depositi e prestiti e, soprattutto, l’insieme delle misure che guardano all’allentamento dei vincoli rispetto al patto di stabilità interno (100 milioni di euro di margine per 4 anni, ndr), con attenzione specifica su messa in sicurezza delle scuole e del territorio». Nel frattempo, in attesa di approfondire il testo ufficiale, Ricci guarda già avanti: «In vista del consiglio nazionale dei Comuni italiani, in programma a Roma il 17 giugno, credo che oltre alla trattativa sull’emergenza sia fondamentale sostenere il governo e il parlamento nel processo delle riforme, chiedendo il rafforzamento dei Comuni attraverso una normativa più forte su unioni e fusioni e ragionando anche sulla riforma delle Regioni», conclude.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>