Urbino, ecco come si creano i sogni: giovedì inaugura mostra dedicata a come si prepara un film

di 

16 giugno 2015

URBINO – Creare sogni, il laboratorio segreto di Marco Chiarini è il titolo della mostra dedicata ai materiali preparatori (progetti personali, storyboard, fotografie di scena, works, polaroid, materiali per animazioni) per la realizzazione del pluripremiato film, L’uomo fiammifero e del corto Omero bello di nonna, del regista Marco Chiarini, ai nuovi giochi in legno del ciclo IMMAGINATION REQUIRED e ai collage di presentazione del nuovo progetto cinematografico “I Fratelli Settimana” prodotto da MareMosso e GoodsFilm.

La mostra verrà inaugurata giovedì 18 giugno alle ore 18.30 e rimarrà aperta al pubblico nei seguenti orari: tutti i giorni dalle 10.00 alle 24.00

L’evento sarà preceduto da una proiezione del film L’Uomo Fiammifero e del cortometraggio Omero Bello-di-nonna, nel cinema Ducale alle ore 16.00, a ingresso libero.
DATA • ORTO DELL’ABBONDANZA
Borgo Mercatale
Urbino
18 giugno – 14 luglio 2015

Città di Urbino
Il Sindaco Maurizio Gambini
Assessore alla Rivoluzione e alla Cultura Vittorio Sgarbi
Assessore Promozione Turistica Maria Francesca Crespini
Accademia Belle Arti – Direttore Umberto Palestini

La mostra, che raccoglie molti materiali inediti, per la prima volta presentati a Urbino, rappresenta un’importante iniziativa culturale: il significativo esempio del complesso lavoro creativo alla base di opere cinematografiche di alto valore poetico.
La mostra rientra nella programmazione della DATA, in stretta collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Urbino e la sua ricerca sul territorio.

La mostra, curata da Umberto Palestini, è promossa dalla città di Urbino, l’Assessorato alla Rivoluzione e l’Assessorato alla promozione Turistica, Eventi e Spettacoli.

La DATA – Orto dell’Abbondanza si trova a Borgo Mercatale
LA MOSTRA

• • La storia dell’Uomo Fiammifero
Il mondo dell’Uomo Fiammifero è frutto dell’immaginazione del regista Marco Chiarini che, prima ancora di avere una sceneggiatura, ha creato per intero, con disegni, bozzetti, fotografie e oggetti bizzarri, l’universo fantastico di un film che esisteva solo nella sua testa. Il risultato di questo lavoro preparatorio diviene nel 2005 un piccolo libro per ragazzi autoprodotto dal Cineforum Teramo: è la prima vera e propria fonte di finanziamento del film, insieme alla vendita di disegni e acquerelli dell’Uomo Fiammifero ad appassionati e amici.
Ha così inizio l’odissea produttiva del film – fatta di un misto improvvisazione e professionalità, di dedizione e incoscienza – che richiederà ben quattro anni di lavoro, dalle riprese al final cut, per essere portata a termine. Il coronamento di questa avventura arriva nel 2009, con la presentazione al Festival di Giffoni, con riconoscimenti in numerose rassegne italiane e internazionali e la candidatura multipla ai David di Donatello. Da allora, la circolazione de L’Uomo fiammifero non si è più fermata attraverso un passaparola entusiasta e una formula di distribuzione ‘dal basso’ indipendente e innovativa.

• Il cortometraggio Omero Bello-di-nonna
Corto realizzato nelll’ambito del progetto perFiducia voluto da Banca Intesa- SanPaolo, che finanzia e promuove corti diretti da giovani registi emergenti con l’ausilio in fase di scrittura di alcuni autori che hanno superato un concorso narrativo indetto on line.
Si racconta di un mondo parallelo costruito e animato da una patologia psichica che affligge Omero (Nicola Nocella) il protagonista del corto, che vive con la nonna che si prende cura di lui e cerca di proteggerne la fragilità fanciullesca e giocosa che gli permette di sopravvivere ad un mondo esterno irto di pericoli e letali trappole emotive.
Quando Omero si troverà di fronte al pericolo tirerà fuori tutto il suo coraggio e s’imbarcherà in una periglioso viaggio affrontando minacciosi mostri, strambe creature ed ostacoli insormontabili.
Grazie alla bravura di Nocella, e ben supportato da una messinscena fumettosa e surreale, gli effetti visivi creano un’intrigante atmosfera ludica.
In mostra saranno esposti i bozzetti di scena e le macchine utilizzate nelle animazioni a passo uno.

• • I giochi di Immagination Required
Per la prima volta saranno presentati i giochi in legno frutto di ricerca e sperimentazione ludica degli ultimi due anni. Saranno esposti una serie di piccoli giochi per bambini e adulti in cui lo spettatore è invitato a intervenire sull’opera completandola.

• • Il nuovo progetto I FRATELLI SETTIMANA
Frutto di un lavoro di sceneggiatura e ideazione molto lungo e complesso che ha visto in squadra anche il premio Oscar Vincenzo Cerami, I FRATELLI SETTIMANA è l’opera seconda di Marco Chiarini prodotta e promossa da Mare Mosso e GoodsFilm.
Come in ogni opera l’aspetto visivo preparatorio è il primo passo creativo: in mostra saranno esposti i collage preparatori alla previsualizzazione dell’isola dei Fratelli Settimana, luogo immaginario in cui la vicenda si svolge.

• • Sezione video
E’ stata allestita una piccola sezione video con un montaggio di tutto il materiale video frutto dell’elaborazione del materiale presente in mostra.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>